recensioni trasporti

Grimaldi Minoan Lines-recensione ed esperienza

Viaggio per Creta in nave con

Grimaldi Minoan Lines

Fino ad oggi abbiamo parlato del nostro viaggio a Creta, dei suoi luoghi meravigliosi, di cosa abbiamo mangiato e di cosa portare assolutamente in valigia ma cosa importante di cui parlare è come siamo arrivati.Noi abbiamo scelto(ahimè) la nave, nello specifico Grimaldi Minoan Lines;Ora non ci soffermeremo molto sul listino prezzi perchè si sa che può variare in base al posto, prenotato, il mese della partenza o le tempistiche di prenotazione ma ci soffermeremo a spiegarvi come si svolge il viaggio, i pro e i contro di scegliere la Grimaldi Minoan lines.

grimaldi-minoan-lines-in-navigazione

La prima cosa da specificare è che per arrivare a Creta in nave è necessario fare scalo a Patrasso ; La Grimaldi Minoan Lines nel viaggio verso Patrasso ferma anche a  Igoumenitsa , per cui in totale si tratta di circa 24 ore di navigazione.

Da Patrasso ci si sposta in auto verso il Pireo e  si parte, nuovamente con la Grimaldi Lines, per Heraklion, città portuale di Creta, e sua capitale e le ore di navigazione sono all’incirca 7.

ANCONA-PATRASSO

Noi siamo partiti da Ancona e ci siamo imbarcati con una Citroen C3; gli imbarchi con  l’auto sono ovunque lunghi e caotici, questo vale anche per Grimaldi.Una volta imbarcata l’ auto ci si ritrova nel bel mezzo di un fiume di gente confusa che chiede ove recarsi in base alla propria prenotazione. Il personale è spesso troppo veloce nel fornire indicazioni in un inglese non sempre ” perfetto”, anche perchè ricordiamo che il personale di bordo è per lo più greco.

La nostra prenotazione prevede il passaggio ponte, quasi sempre molto economico e per questo anche piuttosto affollato. In più, in mare aperto sul ponte c’è tantissimo vento, oltre che tantissime persone stese o organizzate addirittura con tende, per cui diventa difficile persino camminare. Noi per dormire ci siamo organizzati con un materassino gonfiabile che abbiamo gonfiato e sistemato in una della sale comuni della nave, in cui abbiamo poi dormito con tantissime altre persone.

La nave è piuttosto pulita e ci sono molti spazi comuni come salotti, bar, ristoranti addirittura una sala fumatori, tutti corredati da prese della corrente e vi assicuriamo che sono fondamentali per caricare cellulari e tablet durante questo viaggio veramente lungo; a proposito, dimenticatevi 3G,4G e la linea telefonica, fino al porto il vostro cellulare non darà segni di vita. I bagni sono molto puliti e corredati di docce. Il ristorante è una sorta di mensa il cui cibo è piuttosto buono ma il prezzo decisamente troppo alto.

Se ad Ancona i passeggeri ci sembravano tanti, non avete idea di quanti ne diventano una volta attraccati al porto di IgoumenitsaNon meravigliatevi quindi del numero di Persone che troverete nei corridoi e sulle scale a dormire (sinceramente ci è sembrato fin troppo elevato). Altra cosa, la piscina che spesso vedete nella pubblicità Grimaldi Minoan, dimenticatela perchè completamente priva di acqua, in poche parole non accessibile.

PIREO(Atene)-HERAKLION(Creta)

La situazione cambia però drasticamente una volta arrivati in territorio greco. Sbarcati a Patrasso,ci si sposta in auto perso il Pireo ,porto di Atene , da cui parte la tratta fino a Creta. La nave, sempre Grimaldi Minoan Lines, stavolta più piccolina ci è sembrata molto più accogliente, personale compreso e i passeggeri sembravano rapportati alle possibilità della nave. Qui avevamo una cabina standard, con letti a castello, pulita e accogliente..nonostante il mare agitato la notte è trascorsa in maniera molto più piacevole rispetto alla precedente trascorsa in corridoio.

Il ristorante, la cui cucina era buona come sulla prima nave, ha prezzi più accessibili e con un giusto budget si riesce a fare una cena completa anche in maniera più ordinata e tranquilla.

consigliata per …

In linea generale, il viaggio in nave è ottimo per chi ha un periodo piuttosto lungo di ferie o come noi sa che avrà molto tempo da trascorrere in un luogo specifico, per cui non deve preoccuparsi di passare più o meno 4 notti, tra andata e ritorno, in nave.

In più il prezzo è allettante per chi ha spirito di adattamento e può adattarsi a dormire in sacco o su un divano.

sconsigliata per …

non adatta a chi ha poco tempo da spendere per il viaggio e alle famiglie con bambini; è vero che la cabina risolve il problema della notte e dell’ igiene dei più piccoli per i quali i bagni in comune non sono poi così raccomandabili, ma il viaggio è troppo lungo e caotico e per i bambini potrebbe essere stressante e noioso.

Non dimentichiamo che, visti i costi affrontati per pranzo, cena e colazione sulla prima nave, alla fine potrebbe rivelarsi molto dispendioso per una famiglia di 4 persone .

Non consigliato anche se non ci si imbarca con un auto o non si provvede ad affittare un’auto a Patrasso, in quanto nel nostro itinerario era prevista la seconda parte del viaggio dal Pireo.

Write a comment