fbpx

Category / Travel

santorini-imerovigli-9
Travel

Tre giorni a Santorini-Guida per visitare tutta l’isola in tre giorni

Quanti giorni servono per vistare e godersi Santorini? In realtà non tantissimi, possiamo garantirvelo. Santorini è stata una delle tappe del nostro TOUR DELLE CICLADI e ci sono bastati tre giorni e mezzo per viverla in maniera fantastica. Siamo sicuri che basteranno anche voi e il vostro viaggio a Santorini potrebbe diventare una fuga romantica per il week-end. Ecco quindi gli itinerari day by day per trascorrere tre giorni a Santorini in maniera indimenticabile.

Tre giorni a Santorini: cosa riuscirò a fare?

Tranquilli, in tre giorni a Santorini riuscirete a fare quasi tutto:passeggiate, mare, cene, aperitivi e tutto quello che avete sempre sognato di fare su quest’isola.

Certo la prima cosa fondamentale sarà noleggiare uno scooter che vi permetterà di sposarvi più facilmente da un punto all’altro dell’isola e di poter visitare più punti in una giornata.

Ecco i nostri tre giorni a Santorini con relativi “programmi”.

Giorno 1 a Santorini

Dopo la colazione, noleggiate il vostro scooter e partite alla scoperta dell’isola. Prima tappa, Imerovigli dove scatterete bellissime foto al blu dell’Egeo, alla caldera e alle manciate di case e hotel bianchi a picco sulla scogliera.

Se amate le passeggiate e il trekking, esplorate la rocca di skaros: arrivando in cima avrete una vista spettacolare dell’isola  dal mare.

Insalata greca per pranzo e poi pomeriggio in spiaggia vi suggeriamo di cominciare con la Black beach di Perissa o Kamari, zone in cui vi conviene anche alloggiare.

A Santorini, l’aperitivo al tramonto è immancabile quindi per questa giornata comprate una pita e una Mythos ghiacciata e godetevi lo spettacolo del sole dal faro di Akrotiri.

Per la cena vi consigliamo di spostarvi verso Fira dove troverete locali molto carini e a prezzi contenuti e dopo potrete farvi una passeggiata o godervi un drink tra le sue stradine.

tre giorni a Santorini-itinerario giorno 1

Giorno 2 a Santorini

Oggi invece con il vostro scooter recatevi alla Red Beach di buon’ora così eviterete un po’ di folla, anche perché la spiaggia rossa è veramente piccola.

Alla Red beach troverete anche l’imbarcazione per spostarvi alla  alla White beach dove potrete trascorrere ancora un altro paio di ore tra sole e e nuotate nelle acque cristalline di Santorini.

Tornate quindi al vostro scooter e per pranzo recatevi ad Oia.

Mangiate una pita e poi partite alla scoperta di questa piccola perla di Santorini.

Trascorrete lì l’intero pomeriggio e aspettate quindi il tramonto, il famoso tramonto di Santorini. Se volete potete concludere la serata proprio in uno dei ristornati della zona da cui godrete di una vista stupenda dell’isola illuminata.

tre giorni a Santorini-giorno 2

Giorno 3 a Santorini

I tre giorni a Santorini stanno per concludersi. Le tra spiagge colorate dell’isola le avete viste quindi adesso potete visitare Fira di giorno.

Potrete arrivare in cima alla città in due modi: con i famosi asinelli (noi non siamo molto d’accordo e per di più è scomodissimo) oppure con la funivia.

Fira è molto bella ed è un luogo adatto anche allo shopping di souvenir.

Per pranzo recatevi ad Ammoudi Bay, un bellissimo villaggio di pescatori dove troverete ristoranti con i tavoli direttamente sulla banchina da cui potrete gustare ottimo pesce fresco.

Per concedervi un altro bagno a Santorini, spostatevi sulla spiaggia di Vlichada, caratterizzata dalla sua scogliera bianchissima, modellata dal tempo e dagli agenti atmosferici tanto da farla sembrare una scultura.

Non può mancare l’ultimo aperitivo al tramonto e a questo punto potete recarvi al Santowine per un aperitivo a base di vino locale in una location molto chic.

Idee per la cena? Eccovi servitie. A Vlichada avrete notato le taverne caratteristiche che si trovano poco prima della spiaggia; ebbene lì il cibo è ottimo, l’atmosfera è autentica cosi come la cordialità e il prezzo è davvero contenuto. Concedetevi una bella cena li, stile vecchia Grecia che chiuda alla perfezione questi tre giorni a Santorini.

re giorni a Santorini-giorno 3

emporium Travel

Isola di Naxos-l’isola greca adatta alle famiglie

Se siete una famiglia e state pensando alla Grecia come meta estiva per le vacanze estive 2019, possiamo suggerirvi un’isola che potrebbe essere davvero la soluzione ideale cioè l’isola di Naxos, quella che potremmo definire appunto isola greca per famiglie.

Come raggiungere l’isola di Naxos

Situata nell’arcipelago delle Cicladi, Naxos ne costituisce l’isola più grande, raggiungibile facilmente sia via mare che via aerea. Ovviamente se scegliete di raggiungere l’isola greca in nave, preparatevi ad un viaggio piuttosto lungo che vi permetterà però di portare con voi anche la vostra auto, altrimenti potete noleggiarla una volta arrivati in maniera semplice e a prezzi competitivi.

Vi consigliamo di noleggiare l’auto per spostarvi con tutta la famiglia nelle varie zone di Naxos alla scoperta della sua storia ma anche di bellissime spiagge.

Le attrazioni principali

La cosa bella dell’isola di Naxos è il fatto che offra davvero tanto a livello di cultura, divertimento e spiagge ovviamente. I vostri bambini rimarranno affascinati da PORTARA, la grande porta del tempio di Apollo: vedranno il sole tramontare proprio all’interno di questa antichissima porta e potrete affascinarli raccontando loro miti e leggende dell’antica Grecia.
Al tramonto potrete trovare molta gente, quindi vi consigliamo di tenere bambini e ragazzi sempre vicino.

Altra attrattiva è sicuramente la statua gigante di Dioniso, che per i bambini sarà davvero impressionante. Da non perdere anche il candido tempio di Demetra: immerso in una natura selvaggia, i suoi marmi bianchi brillano al sole e le sue colonne, ancora ben intatte riportano ad un tempo in cui divinità e uomini a volte lottavano, a volte convivevano. Naxos è l’isola greca per famiglie che amano partire d’estate anche per vistare, imparare e toccare con mano la storia

isola di naxos-5-tempio di demetra

naxos-6

isola di naxos-4 statua di dioniso

Cibo e Costi sull’isola di Naxos

La cosa che ci ha sorpreso e colpito dell’isola di Naxos, sono stati proprio i costi per quanto riguarda il cibo: nella zona del porto troverete infatti moltissimi ristoranti che offrono menù a prezzo fisso e la cucina, tra greca e internazionale, non è affatto male. Per non parlare di tutti i locali in cui potrete assaggiare sfizioserie dolci o salate (non perdete la Waffle House) e non mancheranno ovviamente le piterie e le pizzerie.

Le spiagge di Naxos

Questa è una delle cose di cui non dovete preoccuparvi, le spiagge di Naxos sono tantissime, con un fondale molto dolce che scende lentamente, quindi adatte alle famiglie con bambini piccoli. Trovate spiagge attrezzate e spiagge libere ma noi vi consigliamo di portare sempre con voi acqua e qualcosa da mangiare perché alcune spiagge bellissime di Naxos come MIkri Vigla, sono praticamente immerse nel nulla, meglio non rischiare.
I bambini si divertiranno sulla sabbia fine ma anche con le maschere in acqua.

isola di naxos-mikri-vigla

Quindi se se eravate in cerca di un’isola greca per famiglie, l’isola di Naxos è sicuramente la meta più indicata nelle Cicladi: meno caotica di Mykonos, più economica di Santorini e abbastanza grande da scegliere di girarla in lungo e in largo tra spiagge e cultura.

Se siete alla ricerca di qualche altra info sull’isola di Naxos, non perdete la nostra guida pratica all’isola con informazioni più dettagliate su costi, cibo, luoghi e trasporti.

aperitivo al tramonto-esvedra-ragazzo
emporium Travel

Foto a IBIZA-dove scattare le foto per instagram

Ibiza lo sapete, per noi è un po’ casa…del resto due hippie come noi, come potrebbero non amare quest’isola. Forse stai leggendo questo articolo perché per la prima volta quest’anno andrai ad Ibiza e vuoi che le tue foto siano un ricordo meraviglioso da condividere con tutti. Ecco quindi una lista dei luoghi di Ibiza da cui scattare le foto più belle!

-Foto magiche a Es vedrà

cominciamo con uno dei luoghi simbolo di Ibiza, il magico isolotto di Es vedrà. Tra le foto più belle e magiche che avete visto di Ibiza, ci sono sicuramente quelle scattate da uno dei punti panoramici da cui si vede la grande e misteriosa montagna, cala d’hort ad esempio.

Il più classico (…e instagrammabile) degli scatti è sicuramente al tramonto

foto a Ibiza-aperitivo al tramonto-esvedra-mirando il mare

-Foto colorate al Mercatino di Las Dalias

Le foto più colorate e allegre della vostra vacanza a Ibiza sono sicuramente quelle nel mercatino hippie di Las Dalias. Tra prodotti fatti a mano, murales, acchiappasogni e coroncine di fiori…avrete scatti allegri e che sempre vi ricorderanno il calore e lo spirito dell’isola

foto ibiza-lasdalias-5-lasdalias-2-mercatini hippie-bancarelle figli dei fiori

-Foto panoramiche a Dalt Villa

Le foto panoramiche più belle di Ibiza potete scattarle dalla città vecchia che, posta in alto, vi regala una vista spettacolare sull’isola e sul porto. Molto bella a qualunque ora del giorno la luce, anche se quel punto è spesso ventilato.

foto ibiza-centro di Ibiza-vista dalla citta vecchia-Foto chic al Ristorante La Brasa

A nostro parere la location di questo ristorante è a dir poco spettacolare ( a dirla tutto pensiamo che sia più bello che buono…) l’enorme giardino interno, con i lampadari che pendono dal soffitto vi lasceranno davvero incantati e siamo sicuri che anche qui farete scatti stupendi. A cena, La brasa è sempre molto affollato, meglio prenotare, ma gli scatti più belli li avrete sicuramente con la luce del giorno

foto a ibiza la brasa

-Foto al tramonto al il porto di Sant’ Antonio

Lungomare  alla moda e aperitivi super chic, è questo il punto in cui il cielo si infuoca all’ora del tramonto. Uno scatto dal cafè del Mar oppure sugli scogli che sono appena sotto ai bar è d’obbligo! Vi possiamo garantire che i tramonti ad Ibiza vi lasceranno senza fiato: alcuni giorni vi regaleranno giochi di rosa più o meno intenso, altri sfumature di giallo, rosso e arancio che ipnotizzeranno completamente occhi e anima.

foto ibiza-sant antonio-tramonto-citta vecchia-6-min

-Foto modaiole al Tulp

Altro posto perfetto per le foto super colorate che solo Ibiza può regalarvi è il Tulp: un mix di stili e dettagli che si sposano perfettamente con il senso di libertà e spensieratezza di Ibiza. E se siete amanti della fotografia Food, neanche questo aspetto vi deluderà, i piatti e i cocktail sono buoni e anche molto belli!

fare foto a ibiza tulp

cala es cubells ibiza 2-min
emporium Travel

Ibiza in coppia si può? ad Ibiza con la fidanzata/fidanzato

Ibiza in coppia si può? Questa è sicuramente la domanda che ci fate più spesso quando vi raccontiamo della nostra isla bonita.
Noi siamo andati a Ibiza sempre in coppia quindi la risposta per noi è assolutamente SI e vogliamo darvi alcuni buoni motivi e anche dei consigli utili per scoprire cosa la isla ha da offrire alle coppie, che non siano i club e la movida.

 

Dove soggiornare

Se siete una coppia in cerca di relax, non particolarmente movida addicted allora le zone in cui vi consigliamo di cercare un appartamento o un hotel sono: Cala Llonga, Cala Tarida e la zona di Cala Codolar.

Non vi consigliamo invece la caotica e stravagante Playa d’ en bossa e neanche la zona confusionaria e nottambula di Sant’Antonio, imperdibile invece all’aperitivo.

hotel Playasol cala tarida ibiza 2

(HOTEL PLAYASOL CALA TARIDA)

Le spiagge di Ibiza adatte alle coppie

Le spiagge di Ibiza sono bellissime, esse costituiscono uno dei principali motivi per cui andare almeno una volta a Ibiza: mare trasparente, spiagge dorate, spesso selvagge, spesso glamour.

Se siete a Ibiza in coppia, cercate relax e vi sentite wild allora le spiagge consigliate per VOI sono quelle a Nord-est che potete scoprire qui.

Siete una coppia glamour e modaiola e alle spiagge selvagge preferite gli stabilimenti balneari? Allora quelli imperdibili sono:

Ovviamente questi sono alcuni nomi…ma quando si parla di glamour, Ibiza non delude mai.

BESO BEACH CLUB IBIZA la salinas 2(BESO BEACH CLUB)

Ristoranti romantici

Credete che la pazza Ibiza non vi possa offrire cene romantiche e indimenticabili all’altezza della sognante Santorini? Bhe vi sbagliate! Ci sono tantissimi ristornati a Ibiza per le coppie che offrono viste da sogno, location incantate, ottimi piatti e grande selezione di vini. I prezzi si adattano un po’ a tutte le tasche. Ne elenchiamo alcuni tra i più belli e rinomati:

Giusto per citarne alcuni che sarebbero davvero perfetti per qualunque serata romantica, dalla più formale a quella più bohemien.

ibiza in coppia foto a ibiza la brasa

(LA BRASA)

 

Ibiza in coppia e le migliori foto romantiche

Una coppia non piò non avere foto belle e anche un po’ romantiche in questa isola magica, per cui i luoghi migliori per i vostri selfie o per farvi scattare foto uniche sono sicuramente:

Se vuoi scoprire dove scattare le foto più belle e instagrammabili  LEGGI QUESTO POST

Ibiza in coppia cala es cubells-ibiza 1-min

(CALA ES CUBELLS)

Esperienze ad Ibiza in coppia

In cerca di altre esperienze da fare in due ad Ibiza?

 

  • Sicuramente vi consigliamo la Cascada suspendida delle SPA Poseidonia, che dovete prenotare però in anticipo a questo link
  • Inoltre potete partecipare alla mitica festa dei tamburi di Benirras, che è la festa più hippie in assoluto dell’isola e si svolge la domenica al tramonto.
  • Potete poi prenotare una giornata in barca, con tanto di festa, DJ Set e drink al tramonto, prenotando ad esempio a questo link
  • Shopping unico negli innumerevoli mercatini hippie dell’isola, di cui quello che vi consigliamo vivamente è Las Dalias.
  • E infine, la più classica delle fughe a Formentera con giornata su una delle sue magiche e selvagge isole e cena al romantico e raffinato ristorante Can Carlos

 

ibiza in coppia formentera 1-20

taly I love you-colosseo1-min
Travel

Tour di Roma con Italy I love you-il turismo esperienziale

Organizzavamo un raduno di travel blogger da un po’ di tempo, Dicembre 2018 per la precisione; non è mai facile mettere d’accordo tante teste e conciliare gli  impegni (e i viaggi ovviamente) di tutti eppure ci siamo riusciti. Abbiamo scelto il tepore di Maggio e la bellezza di Roma per questo raduno dei travel blogger e a sponsorizzare questo evento è stata ITALY I LOVE YOU, agenzia di consulenza turistica con circa 30 anni di esperienza…cosa chiedere di più?

il Turismo esprienziale di Italy I love you

Questo raduno non solo ci ha fatto conoscere persone appassionate e sincere che come noi amano viaggiare ma anche una nuova frontiera del turismo, il turismo esperienziale. Già perché abbiamo avuto la fortuna di collaborare con Italy I love you che ci ha mostrato cosa vuol dire fornire esperienza e non solo una guida.

Alessandro, titolare dell’agenzia è un vero esperto di viaggi: ha cominciato a viaggiare da giovanissimo, cercando sempre quell’esperienza di VIVERE un luogo e non visitarlo.

Viaggiare vuol dire fare esperienze che contribuiscono alla crescita e all’arricchimento personale  ( non possiamo che condividere) e non a caso questa è stata la sua tesi di laurea.

Italy I love you-roma1-min

Alla scoperta di Roma con un tour esperienziale

Conoscere Roma con Italy I love you vuol dire salire su un tram e cominciare a guardarsi intorno, ascoltare Alessandro raccontarci della storica pizzeria Vittorio su Viale Trastevere e dei versi in romanesco del poeta Belli.

Tutti conoscono il Colosseo, ma quanti si soffermano sulle storie della Suburra o sulla bellezza delle incisioni della colonna Traiana?

Italy I love you-colonna traiano-min

taly I love you-colosseo1-min

Italy I love you

Non solo Roma…

e poi Roma…non è solo a Roma. La storia di una civiltà come questa scorre in tutta Italia e anche in buona parte dell’Europa e non c’è bisogno di allontanarsi troppo dalla Capitale, basta scoprire Ostia antica per ritrovarne il fascino e la potenza.

Il sito di Ostia antica è una fetta di storia immerso nel verde che si anima e torna al suo antico splendore quando una ballerina comincia ad accennare i passi di una tipica danza romana. Un salto indietro nel tempo, il ritorno ad un passato di glorie e ingegno, l’emozionante balzo spazio-temporale che ricostruisce mura, strade e colonne.

Io ho vissuto a Roma ma forse la frase giusta sarebbe…ho abitato a Roma. Per quanto in tre anni non abbia mai svolto il “pellegrinaggio” dei luoghi più gettonati della città mi sono resa conto di aver perso anche qualcos’altro…forse non ho mai letto pienamente l’anima di Roma, quella delle osterie, degli stornelli, degli alberghi per le cene di partito e degli artisti che guardano la luce morbida e dorata del suo cielo al tramonto.

Forse l’esperienza di cui ci parlava Alessandro e che si prefigge di offrire Italy I Love you è esattamente questa…sentirsi Roma addosso.

La prossima volta a Roma provate ad immergervi in qualcosa di unico, autentico e che vada al di là di un’audioguida e di un qualsiasi libro che potete acquistare da un edicolante.

Cercate esperienze uniche, vivete Roma come un romano di ieri o di oggi.

Scoprite il turismo esperienze di Italy I love you sul sito

http://www.italyiloveyou.it/

E se Roma fosse accompagnata dalle canzoni di due artisti romani?
Scopri Roma in un giorno sulle note di Carl Brave e Franco 126 QUI

domande da non fare a un travel blogger
emporium Travel

le 7 domande da non fare ad un travel blogger

Se essere un blogger è difficile, per un travel blogger a volte è ancora peggio.

Partiamo dal presupposto che spesso dobbiamo spiegare prima cos’è un blog e poi di cosa ci occupiamo noi nello specifico. Ma tralasciando ciò, ci sono delle domande a cui non riusciremo mai ad abituarci, domande che odiamo, per cui ecco le domande da non fare a un travel blogger.

Qual è stato il tuo posto preferito?

In ogni posto ci sentiamo a casa e in nessun posto siamo andati per caso…i posti che abbiamo visitato li abbiamo sognati, desiderati e scelti. Non chiedeteci quale sia il nostro preferito perché li amiamo praticamente tutti e ad ognuno di essi è legato un ricordo.

castel del monte andria

Ma non ti mancano i tuoi amici o la tua famiglia?

Certo che mi mancano…ma non vado in guerra! Giuro che, sentiamo almeno una volta al giorno le nostre mamme e più volte durante la giornata ci scambiamo messaggi con i nostri amici.

Quando ti troverai un vero lavoro?

In realtà abbiamo entrambi già il nostro meraviglioso lavoro; ci occupiamo di web marketing e social media e operiamo soprattutto nel settore turistico, quindi tecnicamente anche quello del travel blogger è un vero lavoro!

Non sei un po’ troppo grande per fare questo?

Non capisco se la parola “questo” sia riferita al blogging o al fatto di viaggiare spesso. In entrambi i casi la risposta è NO: perché mai dovrei essere troppo grande per scrivere articoli su un blog e condividerli con chi ha la mia stessa passione?

Ma perché spendi tutti questi soldi per viaggiare?

Hai mai letto quella frase: “viaggia il denaro si recupera, il tempo no”? Ecco dovrebbe bastarti, ma ti dico che viaggiare è come investire in formazione… viaggiare ti educa, ti accultura, ti insegna il rispetto per gli altri , ti insegna a conoscere quello che chiami “diverso”, rompe i pregiudizi e ti regala un bagaglio di conoscenze personali molto più grosso e completo di quello che può fare il semplice libro di scuola.

Quando ti fermerai? Un giorno avrai una casa e dei figli, non potrai continuare a fare questa vita!

Mmm…vediamo se ho capito bene: domani sarò prigioniera della casa e schiava dei miei figli? Non è possibile trasmettere questa passione ai propri figli e insegnar loro a viaggiare sin da piccoli, in modo da donargli qualcosa di prezioso, qualcosa che li accompagnerà per sempre nella vita? Strano perché i miei genitori ci sono riusciti…wow devono essere stati degli incoscienti!

citta vecchia-ibiza-travel blogger

E ti pagano per fare quello che fai? Quanto guadagna un travel blogger?

Odio questa domanda!

Punto primo: ma che razza di domande sono!?

Punto secondo: io viaggio perché amo viaggiare, viaggiare è una passione e come molte altre passioni richiede investimenti ma spesso questi possono trasformarmi in guadagni ma…ciò non toglie che viaggerei anche se così non fosse, anche se non vedessi un solo centesimo, anche se un domani nessuno fosse più interessato ai mie viaggi.

Insomma queste erano le domande da non fare mai ad un travel blogger, quindi signori e signore smettete di farcele, in questo articolo avete tutte le risposte che vi servono. E voi travel blogger, quali sono le domande più imbarazzanti che vi abbiano mai fatto? Quali sono quelle che odiate di più?

matera copertina travel blo

cover-noleggiare-un'auto a Ibiza senza carta di credito
emporium Travel

Noleggiare un’auto a Ibiza senza carta di credito

Progettate una vacanza a Ibiza o su una delle Baleari per questa estate? Avrete sicuramente bisogno di noleggiare un’auto quindi ecco tutto quello che dovete sapere!

Noleggiare un’auto a Ibiza è piuttosto semplice: come sapete ci sono tantissime compagnie di autonoleggio, internazionali o locali, da cui potete prenotare la vostra auto. Vi basta andare sul sito e click dopo click la macchina è vostra…se avete una carta di credito ovviamente!

Ma si può noleggiare un’auto a Ibiza senza carta di credito? La risposta è sì!

Attenzione perché la prima cosa che dovete sapere è che questa possibilità esiste in Spagna con le compagnie di autonoleggio nazionali.

Per rendervi la vita semplice vi facciamo un paio di nomi:
Centauro
Ok Rent a Car

Noi abbiamo noleggiato un’auto a Ibiza senza bisogno della carta di credito proprio con Ok Rent  Car a car e vi spieghiamo come funziona.

La sola cosa che vi permette il noleggio senza carta di credito è l’assicurazione Premium Cover, un’assicurazione quasi totale della macchina, spesso venduta come servizio aggiuntivo.

Contro: il costo del noleggio lieviterà. L’assicurazione Premium Cover ha un costo di circa 15 euro in più al giorno.

Pro: non avrete bisogno della carta di credito, utilizzata dalle compagnie a garanzia di eventuali danni al veicolo. Inoltre l’auto è completamente coperta da un punto di vista assicurativo: questo vuol dire che voi siete “responsabili” del veicolo solo per quanto riguarda il tetto, le parti sporgenti( specchietti) e la parte di sotto dell’auto. Sapete che vuol dire? Non che potete distruggere l’auto ovviamente, ma che non avrete spiacevoli sorprese quando la riconsegnerete, del tipo graffi già presenti che per distrazione non avevate già segnalato e che voi siete costretti a risarcire.

Cosa vuol dire “segnalare preventivamente i danni”. Questa è una piccola informazione per te che è la prima volta che noleggi un’auto. Al momento della consegna del veicolo veicolo dovrete sempre ricordarvi di compilare il foglio in cui segnalare i danni già presenti: graffi, ammaccature, bruciature sulla tappezzeria, pezzi mancanti. Ricordate che essere meticolosi in questa operazione è vostra responsabilità.
Inoltre, ricordate che se l’auto che avete scelto non fosse disponibile, avete  diritto ad un’auto di categorie equivalente o superiore (ecco come ci siamo ritrovati una Range Rover Evoque).

cover-noleggiare-un'auto a Ibiza senza carta di credito

All’aeroporto un furgoncino del noleggio auto vi verrà a prendere per portarvi agli uffici per la firma del contratto e il ritiro del veicolo.
Nei periodi di maggiore affluenza, probabilmente sarà chiesto al solo conducente dell’auto di recarsi agli uffici.

Come sempre l’auto vi sarà consegnata con il pieno e dovete restituirla con il pieno. Non dimenticate di segnalare subito, qualsiasi malfunzionamento dell’auto, recandovi direttamente all’officina in cui l’avete ritirata.

Questo dovrebbe essere tutto quello che dovete sapere per noleggiare un’auto a Ibiza o comunque in Spagna. Ma se avete altre domande o qualche dubbio lasciate un commento e vi risponderemo al più presto!

capelli di Venere-morigerati-salerno
Travel

Capelli di Venere-le cascate del Cilento

Avevo voglia di un week-end fuori porta, avevo voglia di una di quelle belle gite domenicali di natura, cibo e ore scandite dal suono dei bicchieri di vetro che si toccano nei brindisi. “Luoghi poco conosciuti in Campania” avevo cercato su Google e tra le tante meraviglie della mia terra avevo trovato queste cascate, i capelli di Venere.

La costa cilentana è solita regalare meraviglie, spesso sconosciute ai più ma l’entroterra è tutto da scoprire, un forziere di tesori nascosti che spesso attende solo le belle giornate per mostrarsi ai viaggiatori.

Di Casaletto Spartano ne avete mai sentito parlare? Bhè è questo piccolissimo borgo a custodire questo grande ed ennesimo tesoro della nostra ricca Italia.

Le cascate dei capelli di Venere nascono dalle acque del fiume Bussentino e si trovano all’interno di un’oasi naturale protetta, a pochi km di distanza da Morigerati.

Arriviamo in un giorno di pioggia insistente e incessante, non abbiamo l’ombrello e fumiamo l’ennesima sigaretta in auto aspettando che piova. La strada è stata tutta curve, tra il verde delle montagne che si stanno risvegliando con l’arrivo della primavera e scorci di mare in lontananza.

Speravamo che finisse di piovere e quindi ci siamo rifugiati in paese, il ristorante bar L’oasi del gusto è un punto di ritrovo per cittadini di ogni età.

Caciocavallo nella “tiana”, tagliere di salumi e cavatelli fatti in casa ci hanno già consolato lo stomaco.

Parcheggiamo in uno spazio di fronte alle fontane pubbliche e decidiamo di sfidare la pioggia che sembra aver deciso di rovinarci la domenica. Non abbiamo l’ombrello, figuriamoci un k-way ma dobbiamo andare.

Oggi non si paga il ticket ancora…del resto c’è poca gente, pochi turisti e anche le aeree pic-nic sono chiuse. La pioggia continua a cadere sempre più forte ma all’improvviso non ne sentiamo quasi più il suono, sentiamo solo l’incessante canto delle cascate a pochi metri da noi.

capelli di Venere-morigerati-salerno 

Sapete perché si chiamano Capelli di Venere?

Pare che Venere si fosse rifugiata nella zona, in cerca di relax. Sulle sponde del fiume pettinava i lunghissimi capelli biondi e ballava. Un uomo, un cacciatore del posto la vide e ossessionato dalla sua figura e da quei capelli d’oro la osservò per giorni nascosto tra gli alberi. Un giorno decise che quei capelli così splendenti dovevano essere  suoi e mentre la Dea dormiva, le tagliò la chioma.
Svegliata di soprassalto, Venere si vendicò e mentre il cacciatore correva con il “bottino” si trovò tra le mani solo acqua. Venere trasformò l’uomo in una pianta che sarebbe rimasta per sempre nei pressi di quella cascata.

L’acqua delle cascate sgorga incessantemente, è freddissima ed immersa nel verde più assoluto. Sarà facile per voi scattare bellissime foto e vi accorgerete che l’effetto dell’acqua che scende leggera tra le rocce dà veramente l’impressione di morbidi capelli che scendono sulle spalle di una donna.

I capelli di Venere sono uno spettacolo della natura in un’oasi di pace dove esiste solo il rumore del fiume e il profumo dell’erba umida.

All’apertura ufficiale del parco, pagherete un ticket di soli 3 euro ma potrete visitare anche un mulino e vederlo in funzione.
Inoltre il bel tempo e le giornate lunghe vi permetteranno di prendere uno dei sentieri di trekking o magari fermarvi a fare un pic-nic all’interno di questo paradiso terrestre.

Conoscete in Campania posti belli come questi da suggerirci per i prossimi week-end? Ci piacerebbe scoprire posticini segreti che secondo voi sarebbe bello far conoscere agli altri e su questo il Cilento, ha sempre tanto da dire e da mostrare.
Ad esempio a Castellabate ci siete mai stai? ecco QUI un’altra perla cilentana!

trattamenti-hammam-shopping-a-marrakech-prodotti di bellezz-argan-sapone-nero
beauty Travel

Hammam marocchino: tutti i segreti e i trattamenti

L’hammam marocchino nasce per dare la possibilità al popolo di purificare il proprio corpo prima della preghiera e ripulirsi dalla polvere del souk e della piazza e ancora oggi svolge questa funzione anche se, ad oggi costituisce una vera attrazione turistica.

Cos’è un hammam?

Ogni zona a Marrakech ha il suo hammam, alcuni sono piuttosto grandi e ben in vista, altri più nascosti e molto più modesti. Gli hammam pubblici prevedono orari di ingresso diversi per uomini e donne: generalmente per gli uomini al mattino e per le donne al pomeriggio.

Possiamo garantirvi che questa è un’esperienza da fare assolutamente a Marrakech: che sia un hammam storico come Salama o  uno privato, dovete assolutamente provare la sensazione di benessere esteriore ed interiore che possono regalarvi i trattamenti marocchini.

Noi abbiamo provato quello del nostro Riad, L’Oriental Medina, e vi raccontiamo in cosa consiste questo vero e proprio rituale.

Tutti i trattamenti dell’hammam

Nell’ hammam  si prevede il solo uso dello slip e si comincia con dei vapori che servono ad aprire i pori. Fondamentale è il massaggio con il guanto esfoliante, el-kiss, sulla pelle appena umida. Questo guanto tradizionale è davvero un toccasana, elimina completamente le cellule morte e lascia la pelle morbida e vellutata.

Il secondo passaggio prevede una maschera all’argilla su tutto il corpo che deve agire per circa 5 minuti e per poi essere lavata via.

Oltre a questi trattamenti, l’hammam del Riad comprendeva anche un delicatissimo shampoo e un massaggio di 30 minuti, veramente rilassante.

Il risultato dei trattamenti è immediato e visibile: la pelle sembra quella di un bambino, liscia e morbida, subito distesa e radiosa. Anche i capelli con qualche goccia di olio di Argan sono davvero setosi e perfettamente districati.

Insomma dopo l’hammam niente trucco e niente piastra… solo un bel bicchiere di the alla menta o un centrifugato fresco di cetriolo (proprio come ci è stato offerto subito dopo aver finito il nostro percorso della durata di un’ora).

Se tutti questi i trattamenti vi piaceranno ( …e vi piaceranno possiamo garantirlo!) potrete acquistare tutto ciò che vi serve nella Medina: troverete tutti i prodotti di bellezza, dall’olio di Argan all’argilla e potrete prendervi cura di voi anche a casa.

Grecia Spagna-CoverBlog
emporium Travel

Grecia o Spagna in estate? ecco alcune differenze

Con i primi raggi di sole e le giornate che sono ormai già più lunghe pensate già alle vacanze! Ci piacerebbe sapere così tanto dove andrete e siamo sicuri che la maggioranza starà pensando a isole greche o isole spagnole. Grecia, Spagnada sempre le due mete europee favorite per le vacanze estive e anche noi ci siamo fatti affascinare dalle isole di entrambe le Nazioni.

Riflettendoci però abbiamo notato che ci sono delle belle differenze tra le vacanze trascorse su isole spagnole e quelle su isole greche. Qui vi elenchiamo alcune delle differenze che abbiamo riscontrato, per cui…fischio di inizio, comincia adesso Grecia-Spagna

Dimensioni

Tendenzialmente le isole greche sono più piccole, ad eccezione di isole come Creta e Naxos. Se prendiamo come esempio l’isola di Santorini, in pochi giorni riuscite a vedere non solo le tre spiagge più famose dell’isola e le città principali ma anche baie meno turistiche e piccoli villaggi di pescatori. Le isole spagnole, sempre ad eccezione di qualcuna, sono più grandi ma soprattutto la loro conformazione è diversa…si tratta per lo più di spiagge sabbiose, non ci sono baie particolarmente inaccessibili perché protette da scogliere come invece spesso accade in Grecia.

Mezzi di trasporto

Sulle isolette greche é possibile trascorrere un’intera vacanza in giro su uno scooter. Su molte isole spagnole dovrete preferire l’auto allo scooter… noi siamo stati infatti costretti a noleggiare un’auto ad Ibiza per potervi sposate ogni giorno da una punto all’altro dell’isola e lo stesso a Minorca.

Strade

Le isole greche sono caratterizzate da strade più vecchie, con un asfalto non particolarmente curato. Ci sono strade principali e moltissime strade secondarie sterrate e selvagge. In più dalla strada si può ammirare sempre un bellissimo panorama in quanto si tratta soprattutto di strade costiere.In Spagna ci sono grandi strade interne che permettono di spostarsi agilmente da una costa all’altra a discapito però del paesaggio.

Costi

Non sono mete particolarmente costose per quanto riguarda il cibo. Ci sono piccole differenze: il caffè in genere costa di più in Grecia, una cena a base di pesce invece é molto più economica rispetto alla Spagna. In entrambe le destinazioni mangiate sia di carne che di pesce e i piatti sono sempre molto sostanziosi.
La benzina in Grecia a causa della crisi ha un costo piuttosto alto. In Spagna la benzina ha costi poco più bassi dell’Italia. Ma é l’acqua che costa molto ma molto di più rispetto alla Grecia.

Sicurezza

In Spagna la polizia é molto più presente sulle strade e anche abbastanza severa. Sulle strade ci sono tantissimi autovelox che cercano di tenere sotto controllo anche la velocità. In Grecia abbiamo notato meno polizia, in alcuni luoghi completamente assente, come gli autovelox, cosa pericolosa se pensiamo che molte strade non hanno nemmeno i guard rail.

Altre differenze le avete notate voi? Ad ogni modo, quale meta sceglierete tra isole della Spagna e quelle della Grecia?