Travel

Casa de Campo e Alto de Chavon- tra i Caraibi e Holliwood

L’escursione all’Isla Catalina di cui vi avevamo parlato nel post precedente, prevedeva a fine giornata una passeggiata piacevolissima a  Casa de Campo.

Casa de Campo è un luogo veramente esclusivo sula foce del fiume Chavon. Si tratta di una sorta di immensa proprietà privata ove è possibile ammirare gli yacht e le ville più belle di personaggi famosi come Shakira, Ricky Martin e qualche nome noto in Italia, come quello di Silvio Berlusconi.

casa-de campo-repubblica-domenicana-20
CASA-DE-CAMPO-repubblica-dominicana-28

Il viaggio da Catalina al fiume Chavon è piuttosto movimentato, le correnti sono forti, il mare agitato e le onde, dalla punta della lancia si sentono in maniera pazzesca. La barchetta salta sui cavalloni e mentre noi siamo tutti piuttosto impauriti, Popeye e Beppe se la ridono da veri lupi di mare.

Le acque si calmano immediatamente, appena entrati nel piccolo molo di Casa de Campo, piccolo ma non troppo, data le grandezza delle barche che ospita. La nostra è una passeggiata tra ville, palme, spiaggette private e prati all’inglese, piuttosto turistica e non particolarmente entusiasmante a dirla tutta.

La vera meraviglia comincia quando risaliamo il corso del fiume Chavon, tra altissime mangrovie e acqua verde e calma. Il fiume sembra quasi lo scenario di un film che ci sembra di aver già visto e in effetti lo è: scopriamo che si tratta del luogo in cui sono stati girati colossal quali Rambo2, Apocalypse Now e King Kong.

La vegetazione è rigogliosa e misteriosa, alzando lo sguardo ci osservano da su, grandi uccelli di ogni tipo, specie mai viste e dal volo meraviglioso.

La barca si ferma per permetterci di risalire sulla terraferma, al paesino di Alto de Chavon. In realtà ci viene avvertito che al paesino si arriva dopo aver risalito circa 100 scalini per cui alcuni dei nostri “compagni” decidono di rinunciare a questa seconda escursione.

Alto de Chavon sembra un piccolo borgo medioevale all’ italiana, ma le sue origini non sono poi così antiche.

Si tratta in realtà di un progetto del 1976; Charles Bluhdorn, allora presidente della Paramount che ebbe l’ idea di creare un paesino tra le montagne in stile medioevale ed è perfettamente riuscito, dato che non conoscendone la storia tutti penseremmo a qualcosa di veramente datato.

CASA-DE-CAMPO-repubblica-dominicana-25
CASA-de-campo
casa-de-campo-repubblica-

Il paesino in cui camminiamo quindi non è altro che una enorme “scenografia”,  perfettamente in linea con tutta Casa de Campo, in cui si perde la natura selvaggia dell’ isola, per accontentare i turisti facoltosi, ricreando per essi quasi un mondo a parte, dove la sola cosa vera è l’indubbia bellezza del fiume Chavon.

Oltre a locali, boutique e pittoreschi ristorantini, il paesino ospita anche il museo Tainos, ovvero il luogo in cui sono conservati i resti e le testimonianze degli indigeni dominicani, i Tainos appunto.

Altro luogo suggestivo, anch’esso completamente “finto” è il grande anfiteatro che a Santo Domingo ospita e ha ospitato i concerti degli artisti più importanti come l’immenso Carlos Santana, Julio Iglesias e Frank Sinatra.

casa-de-camporepubblica-domenicana-13

L’anfiteatro di Alto de Chavon è in stile Romano con circa 5000 posti a sedere e da lontano si scorgono resti di colonne, anche quelle ovviamente, molto poco antiche.

Molto importante è la scuola d’ arte situata nel paesino affiliata con la Parson school of design di New York e la Iglesia San Estanislao de Cracovia, ovvero la chiesa di San Stanislao di Cracovia, tributo a Papa Giovanni Paolo II. Questa chiesa ha ospitato e ospita molti matrimoni, anche di personaggi celebri.

CASA-DE-CAMPO-repubblica-dominicana-26
CASA-DE-CAMPO-repubblica-dominicana-27

Write a comment