fbpx

Category / Travel

domande da non fare a un travel blogger
emporium Travel

le 7 domande da non fare ad un travel blogger

Se essere un blogger è difficile, per un travel blogger a volte è ancora peggio.

Partiamo dal presupposto che spesso dobbiamo spiegare prima cos’è un blog e poi di cosa ci occupiamo noi nello specifico. Ma tralasciando ciò, ci sono delle domande a cui non riusciremo mai ad abituarci, domande che odiamo, per cui ecco le domande da non fare a un travel blogger.

Qual è stato il tuo posto preferito?

In ogni posto ci sentiamo a casa e in nessun posto siamo andati per caso…i posti che abbiamo visitato li abbiamo sognati, desiderati e scelti. Non chiedeteci quale sia il nostro preferito perché li amiamo praticamente tutti e ad ognuno di essi è legato un ricordo.

castel del monte andria

Ma non ti mancano i tuoi amici o la tua famiglia?

Certo che mi mancano…ma non vado in guerra! Giuro che, sentiamo almeno una volta al giorno le nostre mamme e più volte durante la giornata ci scambiamo messaggi con i nostri amici.

Quando ti troverai un vero lavoro?

In realtà abbiamo entrambi già il nostro meraviglioso lavoro; ci occupiamo di web marketing e social media e operiamo soprattutto nel settore turistico, quindi tecnicamente anche quello del travel blogger è un vero lavoro!

Non sei un po’ troppo grande per fare questo?

Non capisco se la parola “questo” sia riferita al blogging o al fatto di viaggiare spesso. In entrambi i casi la risposta è NO: perché mai dovrei essere troppo grande per scrivere articoli su un blog e condividerli con chi ha la mia stessa passione?

Ma perché spendi tutti questi soldi per viaggiare?

Hai mai letto quella frase: “viaggia il denaro si recupera, il tempo no”? Ecco dovrebbe bastarti, ma ti dico che viaggiare è come investire in formazione… viaggiare ti educa, ti accultura, ti insegna il rispetto per gli altri , ti insegna a conoscere quello che chiami “diverso”, rompe i pregiudizi e ti regala un bagaglio di conoscenze personali molto più grosso e completo di quello che può fare il semplice libro di scuola.

Quando ti fermerai? Un giorno avrai una casa e dei figli, non potrai continuare a fare questa vita!

Mmm…vediamo se ho capito bene: domani sarò prigioniera della casa e schiava dei miei figli? Non è possibile trasmettere questa passione ai propri figli e insegnar loro a viaggiare sin da piccoli, in modo da donargli qualcosa di prezioso, qualcosa che li accompagnerà per sempre nella vita? Strano perché i miei genitori ci sono riusciti…wow devono essere stati degli incoscienti!

citta vecchia-ibiza-travel blogger

E ti pagano per fare quello che fai? Quanto guadagna un travel blogger?

Odio questa domanda!

Punto primo: ma che razza di domande sono!?

Punto secondo: io viaggio perché amo viaggiare, viaggiare è una passione e come molte altre passioni richiede investimenti ma spesso questi possono trasformarmi in guadagni ma…ciò non toglie che viaggerei anche se così non fosse, anche se non vedessi un solo centesimo, anche se un domani nessuno fosse più interessato ai mie viaggi.

Insomma queste erano le domande da non fare mai ad un travel blogger, quindi signori e signore smettete di farcele, in questo articolo avete tutte le risposte che vi servono. E voi travel blogger, quali sono le domande più imbarazzanti che vi abbiano mai fatto? Quali sono quelle che odiate di più?

matera copertina travel blo

cover-noleggiare-un'auto a Ibiza senza carta di credito
emporium Travel

Noleggiare un’auto a Ibiza senza carta di credito

Progettate una vacanza a Ibiza o su una delle Baleari per questa estate? Avrete sicuramente bisogno di noleggiare un’auto quindi ecco tutto quello che dovete sapere!

Noleggiare un’auto a Ibiza è piuttosto semplice: come sapete ci sono tantissime compagnie di autonoleggio, internazionali o locali, da cui potete prenotare la vostra auto. Vi basta andare sul sito e click dopo click la macchina è vostra…se avete una carta di credito ovviamente!

Ma si può noleggiare un’auto a Ibiza senza carta di credito? La risposta è sì!

(questa è la nostra esperienza ma ricordate di chiedere sempre maggiori informazioni alla compagnia in caso ci fossero stati cambiamenti delle politiche aziendali per il noleggio)

Attenzione perché la prima cosa che dovete sapere è che questa possibilità esiste in Spagna con le compagnie di autonoleggio nazionali.

Per rendervi la vita semplice vi facciamo un paio di nomi:
Centauro
Ok Rent a Car

Noi abbiamo noleggiato un’auto a Ibiza senza bisogno della carta di credito proprio con Ok Rent  Car a car e vi spieghiamo come funziona.

La sola cosa che vi permette il noleggio senza carta di credito è l’assicurazione Premium Cover, un’assicurazione quasi totale della macchina, spesso venduta come servizio aggiuntivo.

Contro: il costo del noleggio lieviterà. L’assicurazione Premium Cover ha un costo di circa 15 euro in più al giorno.

(questa è la nostra esperienza ma ricordate di chiedere sempre maggiori informazioni alla compagnia in caso ci fossero stati cambiamenti delle politiche aziendali per il noleggio)

Pro: non avrete bisogno della carta di credito, utilizzata dalle compagnie a garanzia di eventuali danni al veicolo. Inoltre l’auto è completamente coperta da un punto di vista assicurativo: questo vuol dire che voi siete “responsabili” del veicolo solo per quanto riguarda il tetto, le parti sporgenti( specchietti) e la parte di sotto dell’auto. Sapete che vuol dire? Non che potete distruggere l’auto ovviamente, ma che non avrete spiacevoli sorprese quando la riconsegnerete, del tipo graffi già presenti che per distrazione non avevate già segnalato e che voi siete costretti a risarcire.

Cosa vuol dire “segnalare preventivamente i danni”. Questa è una piccola informazione per te che è la prima volta che noleggi un’auto. Al momento della consegna del veicolo veicolo dovrete sempre ricordarvi di compilare il foglio in cui segnalare i danni già presenti: graffi, ammaccature, bruciature sulla tappezzeria, pezzi mancanti. Ricordate che essere meticolosi in questa operazione è vostra responsabilità.
Inoltre, ricordate che se l’auto che avete scelto non fosse disponibile, avete  diritto ad un’auto di categorie equivalente o superiore (ecco come ci siamo ritrovati una Range Rover Evoque).

cover-noleggiare-un'auto a Ibiza senza carta di credito

All’aeroporto un furgoncino del noleggio auto vi verrà a prendere per portarvi agli uffici per la firma del contratto e il ritiro del veicolo.
Nei periodi di maggiore affluenza, probabilmente sarà chiesto al solo conducente dell’auto di recarsi agli uffici.

Come sempre l’auto vi sarà consegnata con il pieno e dovete restituirla con il pieno. Non dimenticate di segnalare subito, qualsiasi malfunzionamento dell’auto, recandovi direttamente all’officina in cui l’avete ritirata.

(questa è la nostra esperienza ma ricordate di chiedere sempre maggiori informazioni alla compagnia in caso ci fossero stati cambiamenti delle politiche aziendali per il noleggio)

Vi lasciamo alcune info utili per avere maggiori dettagli sul noleggio:

Indirizzo mail:    info@okrentacar.es

Numero di telefono: +34 902 360 636

Link alle Faq

Questo dovrebbe essere tutto quello che dovete sapere per noleggiare un’auto a Ibiza o comunque in Spagna. Ma se avete altre domande o qualche dubbio lasciate un commento e vi risponderemo al più presto!

capelli di Venere-morigerati-salerno
Travel

Capelli di Venere-le cascate del Cilento

Avevo voglia di un week-end fuori porta, avevo voglia di una di quelle belle gite domenicali di natura, cibo e ore scandite dal suono dei bicchieri di vetro che si toccano nei brindisi. “Luoghi poco conosciuti in Campania” avevo cercato su Google e tra le tante meraviglie della mia terra avevo trovato queste cascate, i capelli di Venere.

La costa cilentana è solita regalare meraviglie, spesso sconosciute ai più ma l’entroterra è tutto da scoprire, un forziere di tesori nascosti che spesso attende solo le belle giornate per mostrarsi ai viaggiatori.

Di Casaletto Spartano ne avete mai sentito parlare? Bhè è questo piccolissimo borgo a custodire questo grande ed ennesimo tesoro della nostra ricca Italia.

Le cascate dei capelli di Venere nascono dalle acque del fiume Bussentino e si trovano all’interno di un’oasi naturale protetta, a pochi km di distanza da Morigerati.

Arriviamo in un giorno di pioggia insistente e incessante, non abbiamo l’ombrello e fumiamo l’ennesima sigaretta in auto aspettando che piova. La strada è stata tutta curve, tra il verde delle montagne che si stanno risvegliando con l’arrivo della primavera e scorci di mare in lontananza.

Speravamo che finisse di piovere e quindi ci siamo rifugiati in paese, il ristorante bar L’oasi del gusto è un punto di ritrovo per cittadini di ogni età.

Caciocavallo nella “tiana”, tagliere di salumi e cavatelli fatti in casa ci hanno già consolato lo stomaco.

Parcheggiamo in uno spazio di fronte alle fontane pubbliche e decidiamo di sfidare la pioggia che sembra aver deciso di rovinarci la domenica. Non abbiamo l’ombrello, figuriamoci un k-way ma dobbiamo andare.

Oggi non si paga il ticket ancora…del resto c’è poca gente, pochi turisti e anche le aeree pic-nic sono chiuse. La pioggia continua a cadere sempre più forte ma all’improvviso non ne sentiamo quasi più il suono, sentiamo solo l’incessante canto delle cascate a pochi metri da noi.

capelli di Venere-morigerati-salerno 

Sapete perché si chiamano Capelli di Venere?

Pare che Venere si fosse rifugiata nella zona, in cerca di relax. Sulle sponde del fiume pettinava i lunghissimi capelli biondi e ballava. Un uomo, un cacciatore del posto la vide e ossessionato dalla sua figura e da quei capelli d’oro la osservò per giorni nascosto tra gli alberi. Un giorno decise che quei capelli così splendenti dovevano essere  suoi e mentre la Dea dormiva, le tagliò la chioma.
Svegliata di soprassalto, Venere si vendicò e mentre il cacciatore correva con il “bottino” si trovò tra le mani solo acqua. Venere trasformò l’uomo in una pianta che sarebbe rimasta per sempre nei pressi di quella cascata.

L’acqua delle cascate sgorga incessantemente, è freddissima ed immersa nel verde più assoluto. Sarà facile per voi scattare bellissime foto e vi accorgerete che l’effetto dell’acqua che scende leggera tra le rocce dà veramente l’impressione di morbidi capelli che scendono sulle spalle di una donna.

I capelli di Venere sono uno spettacolo della natura in un’oasi di pace dove esiste solo il rumore del fiume e il profumo dell’erba umida.

All’apertura ufficiale del parco, pagherete un ticket di soli 3 euro ma potrete visitare anche un mulino e vederlo in funzione.
Inoltre il bel tempo e le giornate lunghe vi permetteranno di prendere uno dei sentieri di trekking o magari fermarvi a fare un pic-nic all’interno di questo paradiso terrestre.

Conoscete in Campania posti belli come questi da suggerirci per i prossimi week-end? Ci piacerebbe scoprire posticini segreti che secondo voi sarebbe bello far conoscere agli altri e su questo il Cilento, ha sempre tanto da dire e da mostrare.
Ad esempio a Castellabate ci siete mai stai? ecco QUI un’altra perla cilentana!

trattamenti-hammam-shopping-a-marrakech-prodotti di bellezz-argan-sapone-nero
beauty Travel

Hammam marocchino: tutti i segreti e i trattamenti

L’hammam marocchino nasce per dare la possibilità al popolo di purificare il proprio corpo prima della preghiera e ripulirsi dalla polvere del souk e della piazza e ancora oggi svolge questa funzione anche se, ad oggi costituisce una vera attrazione turistica.

Cos’è un hammam?

Ogni zona a Marrakech ha il suo hammam, alcuni sono piuttosto grandi e ben in vista, altri più nascosti e molto più modesti. Gli hammam pubblici prevedono orari di ingresso diversi per uomini e donne: generalmente per gli uomini al mattino e per le donne al pomeriggio.

Possiamo garantirvi che questa è un’esperienza da fare assolutamente a Marrakech: che sia un hammam storico come Salama o  uno privato, dovete assolutamente provare la sensazione di benessere esteriore ed interiore che possono regalarvi i trattamenti marocchini.

Noi abbiamo provato quello del nostro Riad, L’Oriental Medina, e vi raccontiamo in cosa consiste questo vero e proprio rituale.

Tutti i trattamenti dell’hammam

Nell’ hammam  si prevede il solo uso dello slip e si comincia con dei vapori che servono ad aprire i pori. Fondamentale è il massaggio con il guanto esfoliante, el-kiss, sulla pelle appena umida. Questo guanto tradizionale è davvero un toccasana, elimina completamente le cellule morte e lascia la pelle morbida e vellutata.

Il secondo passaggio prevede una maschera all’argilla su tutto il corpo che deve agire per circa 5 minuti e per poi essere lavata via.

Oltre a questi trattamenti, l’hammam del Riad comprendeva anche un delicatissimo shampoo e un massaggio di 30 minuti, veramente rilassante.

Il risultato dei trattamenti è immediato e visibile: la pelle sembra quella di un bambino, liscia e morbida, subito distesa e radiosa. Anche i capelli con qualche goccia di olio di Argan sono davvero setosi e perfettamente districati.

Insomma dopo l’hammam niente trucco e niente piastra… solo un bel bicchiere di the alla menta o un centrifugato fresco di cetriolo (proprio come ci è stato offerto subito dopo aver finito il nostro percorso della durata di un’ora).

Se tutti questi i trattamenti vi piaceranno ( …e vi piaceranno possiamo garantirlo!) potrete acquistare tutto ciò che vi serve nella Medina: troverete tutti i prodotti di bellezza, dall’olio di Argan all’argilla e potrete prendervi cura di voi anche a casa.

Grecia Spagna-CoverBlog
emporium Travel

Grecia o Spagna in estate? ecco alcune differenze

Con i primi raggi di sole e le giornate che sono ormai già più lunghe pensate già alle vacanze! Ci piacerebbe sapere così tanto dove andrete e siamo sicuri che la maggioranza starà pensando a isole greche o isole spagnole. Grecia, Spagnada sempre le due mete europee favorite per le vacanze estive e anche noi ci siamo fatti affascinare dalle isole di entrambe le Nazioni.

Riflettendoci però abbiamo notato che ci sono delle belle differenze tra le vacanze trascorse su isole spagnole e quelle su isole greche. Qui vi elenchiamo alcune delle differenze che abbiamo riscontrato, per cui…fischio di inizio, comincia adesso Grecia-Spagna

Dimensioni

Tendenzialmente le isole greche sono più piccole, ad eccezione di isole come Creta e Naxos. Se prendiamo come esempio l’isola di Santorini, in pochi giorni riuscite a vedere non solo le tre spiagge più famose dell’isola e le città principali ma anche baie meno turistiche e piccoli villaggi di pescatori. Le isole spagnole, sempre ad eccezione di qualcuna, sono più grandi ma soprattutto la loro conformazione è diversa…si tratta per lo più di spiagge sabbiose, non ci sono baie particolarmente inaccessibili perché protette da scogliere come invece spesso accade in Grecia.

Mezzi di trasporto

Sulle isolette greche é possibile trascorrere un’intera vacanza in giro su uno scooter. Su molte isole spagnole dovrete preferire l’auto allo scooter… noi siamo stati infatti costretti a noleggiare un’auto ad Ibiza per potervi sposate ogni giorno da una punto all’altro dell’isola e lo stesso a Minorca.

Strade

Le isole greche sono caratterizzate da strade più vecchie, con un asfalto non particolarmente curato. Ci sono strade principali e moltissime strade secondarie sterrate e selvagge. In più dalla strada si può ammirare sempre un bellissimo panorama in quanto si tratta soprattutto di strade costiere.In Spagna ci sono grandi strade interne che permettono di spostarsi agilmente da una costa all’altra a discapito però del paesaggio.

Costi

Non sono mete particolarmente costose per quanto riguarda il cibo. Ci sono piccole differenze: il caffè in genere costa di più in Grecia, una cena a base di pesce invece é molto più economica rispetto alla Spagna. In entrambe le destinazioni mangiate sia di carne che di pesce e i piatti sono sempre molto sostanziosi.
La benzina in Grecia a causa della crisi ha un costo piuttosto alto. In Spagna la benzina ha costi poco più bassi dell’Italia. Ma é l’acqua che costa molto ma molto di più rispetto alla Grecia.

Sicurezza

In Spagna la polizia é molto più presente sulle strade e anche abbastanza severa. Sulle strade ci sono tantissimi autovelox che cercano di tenere sotto controllo anche la velocità. In Grecia abbiamo notato meno polizia, in alcuni luoghi completamente assente, come gli autovelox, cosa pericolosa se pensiamo che molte strade non hanno nemmeno i guard rail.

Altre differenze le avete notate voi? Ad ogni modo, quale meta sceglierete tra isole della Spagna e quelle della Grecia?

Travel

Essaouira- escursione alla città sul mare del Marocco

Essaouria, a circa tre ore di auto da Marrakech, è una delle escursioni più gettonate del Marocco ed è probabilmente quella che vi consigliamo maggiormente se il vostro soggiorno qui sarà piuttosto breve.

Essaouira, spesso chiamata anche con il suo antico nome portoghese Mogador, è una splendida cittadina affacciata sull’oceano Atlantico. Il bianco e l’azzurro sono i colori della sua antichissima e ingarbugliata Medina, dichiarata dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’umanità.

Quello di cui forse leggerete maggiormente a proposito di questa bella città di mare riguarda la sua antica Qasba settecentesca con mura merlate da cui spuntano cannoni in ottone in direzione del mare.

Ma a parte tutte queste informazioni storiche di cui potete leggere in Internet o su qualsiasi guida della Lonley vogliamo spiegarvi perché visitare Essaouira.

La Medina di Essaouira

Completamente diverse dalla Medina e dal souk di Marrakech, quella di Essaouira seppur ingarbugliata e caotica, risulta maggiormente ariosa; le strade in cui trovate borse, cesti, ceramiche e articoli in cuoio sono indubbiamente più spaziose e ovviamente molto luminose, al contrario dei souk di Marrakech, in cui la luce del sole riesce a filtrare in maniera piuttosto debole.

Probabilmente risulterà anche più facile per voi fare affari con i mercanti e dilungarvi in lunghe trattative e vi accorgerete che l’insistenza qui è minore rispetto a quella di Marrakech; qui ad insistere sono più che altro spacciatori, pescatori e qualche ragazzo che vorrà affittarvi una casa lì.

essaouira-medina-14

essaouira-medina-2

Cosa Mangiare ad Essaouira

Vi suggeriamo di seguire il consiglio del nostro fidato amico Mohamad: non fermatevi ai primi ristoranti super chic che trovate sulla passeggiata del lungomare. All’ingresso della Medina, infatti, troverete alcuni piccolissimi ristorantini, niente di chic, posti piuttosto alla buona; Scegliete il pesce che volete mangiare, pescato freschissimo e spesso ancora vivo sul banco, accordatevi sul prezzo e poi accomodatevi e godetevi il vostro pranzo di pesce alla brace.
Quanto spenderete? Dunque per farvi fare un’idea possiamo dirvi che noi eravamo 5 persone, abbiamo mangiato gamberi, moscardini, cicale di mare, branzino e orata, accompagnate da bibite analcoliche, pane e insalata di cipolle e pomodori e in totale abbiamo speso circa 70 euro.

Inoltre non perdetevi una delle pasticcerie più buone della città: si trova proprio all’ingresso della Medina e al suo interno, oltre agli squisiti dolcini, trovate anche mostre e opere di artisti contemporanei. Altra piccola nota su questa pasticceria: qui abbiamo assaggiato ottimi dolci al cioccolato, il che potrebbe sembrare banale, ma ricordate che in realtà in Marocco di cacao ne vedrete veramente poco.

mangiare a essaouira 6

mangiare a essaouira 7

mangiare a essaouira

pasticceria essaouira 4

pasticceria a essaouira 3

Il mare di Essaouira – come affittare una casa

Sono moltissime le persone che scelgono Essaouira per le loro vacanze al mare in Marocco, del resto la mezzaluna di sabbia bianca, bagnata dall’Atlantico e circondata dalle palme è davvero un posto da sogno, mentre i venti che spesso accarezzano questa città la rendono un paradiso per gli appassionati di Surf e sport acquatici. Lungo la strada che costeggia il mare vedrete spesso ragazzi mostrarvi delle chiavi: sono le chiavi degli appartamenti che potete affittare e che spesso sono veramente a due passi dalla spiaggia.

essaouira mare-murale

Dove fare Shopping a Essaouira

Non potete lasciare la città senza acquistare qualcosa. Anche qui troverete i più classici souvenirs e le produzioni artigianali tipiche: tappeti, ceramiche smaltate e dipinte a mano, oggetti in corda, borse e scarpe in pelle. Non perdetevi la piccola gioielliera “il Corallo”, un posticino segreto nel cuore di Essaouira dove il simpatico napoletano Stefano realizza bellissime creazioni in argento e pietre. Qui potrete trovare un regalo diverso, raffinato e molto ricercato.

essaouira gioielleria il corallo

essaouira gioielleria il corallo-3

essaouira gioielleria il corallo-2

Come arrivare ad Essaouira

Potete arrivare ad Essaouira in vari modi: noi, essendo 4 persone, abbiamo prenotato il taxi per l’intera giornata, pagando un totale di 120 euro.

Altrimenti potete:

  • prenotare un’escursione privata o di gruppo con il vostro riad o un tour operator: generalmente un tour privato, con guida in lingua inglese ha un costo di 70 euro a persona, per i tour di gruppo, il prezzo si aggira intorno ai 35 euro.
  • noleggiare un’automobile: non possiamo aiutarvi circa i costi ma possiamo dirvi che alcune strade del Marocco sono davvero molto sterrate e isolate
  • prendere l’autobus da Marrakech: il biglietto vi costerà intorno ai 5 euro e il viaggio durerà sempre all’incirca due ore.

cammello-muoversi-in-taxi-a-marrakech
recensioni trasporti Travel

Muoversi in taxi a Marrakech: i vantaggi e le tariffe

Prima di partire avevamo cercato, come a solito, tantissime informazioni su come muoversi a Marrakech e avevamo preso contatto anche con vari tour operator per spostarci nella Medina e fuori da essa in sicurezza e comodità.
Nei diversi forum avevamo letto degli ottimi ed economici servizi pubblici di Marrakech e ovviamente anche dei taxi; noi abbiamo scelto proprio questi ultimi per muoverci in questo nostro viaggio.

Vi sveliamo quindi tutto quello che dovete sapere per muoversi al meglio in taxi a Marrakech, le tariffe e le tratte.

I vantaggi di muoversi in Taxi a Marrakech

  • Economicità
  • Possibilità di parlare con un locale tranquillamente e conoscere tante piccole cose sulla quotidianità e sulla cultura marocchina
  • Velocità negli spostamenti
  • Possibilità di allontanarsi da Marrakech per escursioni in zone diverse

I taxi di Marrakech

I taxi di Marrakesh si dividono in petit Taxi e Grand Taxi:

petit taxi non possono trasportare più di tre persone

I  grand taxi sono generalmente Minivan ideali se siete in gruppo

Avevamo letto che i grand Taxi sono più cari dei petit ma possiamo dirvi che dipende molto dal Tassista che incontrerete.

Noi siamo stati fortunati ad incontrare Mohamed El Khalifa.

Tutti i segreti per muoversi in taxi in Marrakech

Potete trovare facilmente i Taxi nella piazza centrale della Medina, la caotica, pazzesca e colorata Jamaa-el-fna. Accordatevi preventivamente con il tassista per il prezzo della vostra tratta. Potete accordarvi anche per il ritorno e per tutti gli spostamenti e le escursioni del vostro soggiorno a Marrakech.

Il nostro tassista e amico Mohamed ci ha chiesto 50 dinar per accompagnarci ai giardini Majorelle, si tratta di circa 5 euro, cifra piuttosto ragionevole.

Molti Taxi, come vi avevamo precedentemente accennato, sono disponibili anche per escursioni: nel nostro caso la tratta Marrakech-Essaiuora andata e ritorno ci è costata circa 120 euro, che divisa per 4 persone è una cifra davvero ridicola.

Vi consigliamo di contrattare con un tassista anche per il transfer da e per l’aeroporto di Marrakech. Il servizio offerto dai Riad è spesso molto più costoso di quello che potete concordare con il taxi.

Per farvi ben capire, abbiamo prenotato il servizio di transfer del Riad al nostro arrivo e ci è costato ben 25 euro, mentre al ritorno il Taxi ci ha chiesto solo 10 euro.

Non è pubblicità e non ci guadagniamo niente ma ci teniamo a consigliarvi la compagnia e la disponibilità di Mohamed.

Qui trovate il suo contatto nel caso vi trovaste a Marrakech; lui sarà un’ottima guida, un buon compagno di viaggio e diventerà un vostro caro amico!

Gran taxi
Mohamed El Khalifa
0655148301

Quando lo conoscerete capirete che non ha bisogno di pubblicità…e soprattutto salutatelo di cuore da parte nostra!

muoversi-in-taxi-a-marrakech

terme di merano sera-4
Travel

Terme di merano serali-l’orario migliore per andare alle terme

Sapevate che le terme di Merano sono aperte fino alle 22? Sembra quasi un sogno pensare di poter concludere la giornata, coccolandosi tra le acque termali e i trattamenti offerti da questa struttura.
Grazie all’hotel Westend, siamo tornati alle terme di Merano e questa volta abbiamo provato l’esperienza serale.
Abbiamo scelto la domenica sera per vivere tre ore di puro relax e preparare mente e corpo al viaggio di ritorno, il giorno seguente.

L’ambiente serale é sicuramente molto diverso: meno bambini, moltissime coppie di ogni età e comitive di ragazzi e ragazze affollano le terme.

terme di merano sera-3

Già intorno alle 20:00, l’affluenza diminuisce e si rimane in pochi tra le piscine e le sale per i vari trattamenti che potete provare, anche le sale relax sono per lo più vuote.

Abbiamo cominciato la nostra beauty night, trascorrendo circa 15 minuti all’interno della sala del vapore: nella saletta buia la temperatura si aggira intorno ai 40/45 gradi e il vapore dilata i pori e distende i muscoli.

Dopo questo trattamento di preparazione abbiamo subito scelto la nostra piscina preferita quella esterna con acqua salina e una temperatura di circa 35 gradi: 5 minuti di getto cervicale e poi circa 10 minuti nell’esclusiva piscina esterna con idromassaggio ad una temperatura di circa 37 gradi.

terme di merano sera-4

Infine, sempre esternamente la piscina che potremmo definire vortice, la piscina contro corrente per circa 15 minuti.

Dopo 10 minuti di relax su uno dei lettini, ci siamo goduti la piscina interna a 37 gradi e 90 cm di profondità con ulteriore sessione di idromassaggio di circa 5 minuti.

terme di merano sera

terme di merano sera-2

Vi consigliamo anche di provare la sala delle inalazioni di acqua salina, per almeno 10 minuti: queste infatti sono molto indicate per la pulizia dell’apparato respiratorio e spesso consigliate ai bambini.

Come vi abbiamo accennato le Terme di Merano vi danno la possibilità di prenotare anche trattamenti esclusivi, esfolianti e massaggi con prodotti tipici della regione ad esempio il bagno nel fieno o i trattamenti al miele.

All’interno delle Terme trovate anche uno shop, nel caso in cui dimenticasse costume da bagno, ciabatte, cuffie e inoltre il loco potete noleggiare gli asciugamani per la giornata.

Ad ogni modo che sia di sera o di giorno, qualche ora alle terme è un’esperienza imperdibile da concedervi nel vostro soggiorno a Merano.

birrerie forst merano-gatto nero vip-pils-min
Travel

Le migliori birrerie Forst di Merano e dintorni

Dici Merano e pensi a Birra Forst, produzione tutta italiana ed eccellenza del Sudtirol, da sempre sinonimo di qualità ma spesso associata anche al cibo buonissimo e tipico del Trentino che è possibile degustare nelle sue birrerie.

Niente dieta quando siete a Merano, dimenticate riso basmati e merluzzo e preparatevi a fiumi di birra e canederli che solo a pensarci sale l’appetito e viene l’acquolina.

Se la volta scorsa a Merano eravamo andati in cerca di ristorantini in perfetto stile tirolese, questa volta siamo andati in missione per voi: un tour enogastronomico delle migliori birrerie Forst della città per un controllo qualità dei piatti offerti accompagnati dalla famosissima birra.

Birreria Forst Gatto nero

A quanto pare questa storica birreria, ha riaperto i battenti da poco e con una nuova gestione. Stile tirolese per le sale e per i camerieri simpaticissimi. Siamo nella sala superiore del pub, super riscaldata (ma qui a Merano è normalissimo) ed ecco la nostra cena:

Maltagliati con farina di segale, gorgonzola, radicchio, pinoli e noci: buonissimo, forse il piatto più buono che abbia mangiato durante il soggiorno. Pasta fresca, sapori e consistenze perfettamente in armonia.
Birra: FORST PILS VIP

Gnocchetti all’uovo con ragù di vitello: molto buono lo gnocco fresco e buono anche il ragù nonostante Francesco sia invece un grande appassionato di ragù di cervo.
Birra: KRONEN

Una porzione di patate saltate: semplici patate tagliate a fettine e saltate in padella, presentate a tavolo quasi come fosse una tortillia, perfette per accompagnare un secondo giro di birra.

birrerie forst merano-gatto nero2-min

birrerie forst merano-gatto nero-maltagliati-min

Birreria Forst Corso delle Libertà

Nel periodo di Natale questa birreria è forse una delle più fotografate della città per le sue bellissime decorazioni. Inoltre questa birreria è molto famosa per le varie sale “tematiche” e la terrazza che in estate è uno dei luoghi preferiti dai clienti. Che cosa abbiamo mangiato in questa birreria Forst?

Classici Canederli in Brodo, buoni, poco da aggiungere quando si parla di classici.

Tagliolini con ragù di coniglio, un piatto abbondante e molto saporito.

Straccetti di Manzo saltati in padella con patate e cipolle e accompagnati da insalata cappuccia e speck, sicuramente il piatto che più ci ha sorpreso: nonostante sia presentato come una specialità alto-atesina, no lo avevamo ancora provato e lo abbiamo segnato nella lista delle ricette da riproporre a casa

Abbiamo accompagnato la cena con Forst VIP PILS e Forst Felsenkeller

Forst-merano-tagliatelle-ragu-coniglioo-min

Forst-merano-canederli-min

Forst-merano-manzo-min

Birrificio Forst Lagundo

Forse la più caratteristica delle birrerie, quella con il valor aggiunto di trovarsi direttamente sul birrificio Forst che potete anche visitare. Siamo stati a cena in questo delizioso locale con il signor Alexander, proprietario dell’ hotel Westend di cui siamo stati ospiti.
Anche qui, tante sale in perfetto stile tirolese, con tavoli, soffitti e sedie in legno. Protagonista anche qui, la birra ma anche la buona cucina del Trentino.

Ecco cosa abbiamo mangiato alla birreria Forst di Lagundo:

Spatzle con panna e prosciutto e tagliatelle al ragù di cervo, entrambi piatti molto buoni che conosciamo bene ma di cui non ci stanchiamo mai e che non hanno deluso le nostre aspettative.

Il nostro secondo invece prevedeva: Stinco, wurstel meranese, speck e crauti ( …più alto atesino di cosi…) accompagnati da senape dolce e rafano. A proposito del rafano, vi direi di stare attenti se non lo avete mai mangiato perché è abbastanza piccante.
Accompagniamo la cena con Forst Kronen e Forst Felsenkeller, come sempre ottime!

Come chiudere la cena in una birreria Forst in maniera magistrale? Con un dolce alla birra ovviamente!
Il Birramisù, la versione alcolica del tiramisù: la bagna di savoiardi non è al caffè ma alla birra, la SIXTUS, la scura di casa Forst e possiamo assicurarvi che il sapore è davvero delicato…da leccarsi i baffi!

Quanto abbiamo speso per cene cosi? In linea generale un paio di birre medie a testa e un primo piatto vi costeranno all’incirca 20 euro a persona e dopo aver mangiato in molti ristoranti di Merano, possiamo dirvi che il prezzo è nella norma e vi permette di gustare almeno un piatto tipico e bere una birra made in Italy di ottima qualità.

birreria-forst-lagundo-spatzle-min

birreria-forst-lagundo-birramisu-min

birreria-forst-lagundo-5-min

birreria-forst-lagundo-3-min

birreria-forst-lagundo-2-min

merano inverno-merano2000-piste da scii
Travel

Merano2000-tutte le informazioni per una giornata sulla neve

Che siate sciatori provetti o meno, non preoccupatevi: le piste di Merano2000 accontentano chiunque voglia trascorrere del tempo a 2000 metri di altezza e circondati dal candore della neve!

Per noi è stata la prima volta sulla neve, immaginate quindi quel mix di timore ed entusiasmo che portavamo con noi sin dalla partenza, anzi sin da quando avevamo saputo che l’hotel Westend, questa volta ci invitava a trascorrere una giornata nel complesso sciisitico di Merano2000.

Come si arriva a Merano2000

Merano 2000 si raggiunge molto facilmente da Merano: prendete il bus 1A, dalla stazione o dal Piazza del Teatro Nuovo, il biglietto costa solo 1,50. L’autobus fa capolinea proprio alla funivia, quindi passate a ritirare il biglietto e dopo aver passato i tornelli sarete direttamente all’interno della funivia.

La Funivia vi porta su in cima in pochi minuti, mentre sotto di voi e tutto intorno, il paesaggio diventa sempre più innevato e magico.

Piste e attrazioni

Le piste da scii di Merano2000 sono 9, con vari livelli di difficoltà e la decima è quella invece dedicata agli slittini.

Lo snow park è invece una delle attrazioni che attira e diverte Snowborder e freestyler.
Tra le altre cose l’ALPIN BOB, divertentissimo slittino su rotaie che sarà una gioia per i più piccoli.

A proposito dei bambini, appena fuori dalla funivia, la prima zona che trovate è dedicata proprio a loro che possono divertirsi e giocare tutto il giorno con schiere di animatori.

merano2000-piste

merano2000-neve

Passeggiare sulla neve

Sapete invece cosa potete fare se non vi va di sciare o noleggiare uno slittino? Passeggiare!

I percorsi per passeggiate ed escursioni sono tantissimi, vi basta la mappa, un po’ di gambe e un po’ di fiato poi non dovrete fare altro che seguire le indicazioni.

Noi abbiamo scelto ad esempio quella panoramica sulle Dolomiti, che non è esattamente facile ma è molto emozionante. Lo sguardo si perde di fronte alla maestosità delle cime innevate e sulla strada trovate all’incirca 4 rifugi.

merano-inverno merano2000

merano inverno-merano2000-piste da scii

Dove mangiare

In realtà aMerano2000 ci sono tantissimi rifugi e baite e tutto dipenderà molto da quello che deciderete di fare e in quale zona vi sposterete. Possiamo dirvi che noi siamo stati

In uno dei rifugi più alti, Malga Waidmann, che si trova all’incirca a 2040m e circa 45 minuti di passeggiata dalla funivia. La vista dal rifugio Waidmann è spettacolare, quindi vi consigliamo di mettere una coperta sulle gambe e pranzare sulla terrazza. Al rifugio troverete piatti tipici, qualcosa di più classico e menù bimbi, oltre che una bella selezione di vini e ovviamente grappe e cioccolata calda.

speck-merano2000-rifugio-dove mangiareA Merano2000 abbiamo usufruito del pacchetto terme+ski pass che comprende:

4 ore sulle piste da scii

3 ore alle terme di Merano

Noleggio accappatoio

E il prezzo è di 45 euro

Ma a questo link trovate il Listino prezzi completo con offerte, soluzioni per famiglie e altri pacchetti https://www.meran2000.com/it/inverno/prezzi.html