fbpx

Category / emporium

emporium Lifestyle

Viaggi 2019- ecco quando prenotare

Vuoi viaggiare ma credi di non avere il tempo e soprattutto pensi che il calendario non ti aiuti? Non è cosi! Il 2018 è stato un anno d’oro per organizzare viaggi, senza doveri preoccupare di dover chiedere ferie a lavoro o assentarsi a scuola, ma forse non te ne sei accorto, sai perché? Non sei abituato a controllar in anticipo il calendario che grazie ai giorni segnati in rosso ti permetterebbe di prenotare prima i tuoi viaggi e questo vuol dire anche risparmiare un bel po’ sui voli, sui treni o sulle strutture.

 

Vediamo quali saranno i ponti e i giorni rossi del 2019 perfetti per organizzare il tuo viaggio:

Cominciamo con il giorno più romantico dell’anno, San Valentino: il 14 Febbraio sarà di giovedì, quindi possiamo prenotare un week-end magari dal venerdì 15, perchè no in una bella capitale europea.

Se Febbraio e Marzo non ci regaleranno molte gioie, recupereremo presto ad Aprile: la settimana di Pasqua sembra fatta apposta per partire.

Pasqua del 2019 cade il 21 Aprile, quindi hai il più classico dei ponti:

VENERDI SANTO-SABATO SANTO-DOMENICA DI PASQUA-LUNEDI IN ALBIS ovvero 19-20-21-22.

Altrimenti non dimenticare che il 25 Aprile in Italia è la Liberazione che quest’anno capiterà di giovedì quindi hai due alternative: 22-23-24-25 Aprile oppure 25-26-27-28 Aprile.

 

Passiamo a Maggio che stavolta ci regala una strana festa dei lavoratori, piazzata di Mercoledì quindi potremmo prevedere delle ferie/assenze/permessi in questo modo 27-28 aprile (sabato-domenica) 29-30 Aprile-1 maggio.

 

Molto male il 2 giugno che cadrà di domenica e ci regala un week-end classico magari adatto per una gita veloce in qualche città italiana.

 

Amici di Napoli, il nostro Santo Patrono il 19 Settembre ci regala un ponte dal giovedì  (19 settembre) a domenica 22.

 

Il tanto atteso ponte di Novembre vede il primo del mese di Venerdì.
Un piccolo ponte si riesce a fare. Peccato per l’8 Dicembre che invece capiterà di domenica.

 

Come siamo messi con le ferie natalizie, lo vediamo subito: 24-25-26 Dicembre sonno rispettivamente Mercoledì-Giovedì-Venerdi mentre il 31 Dicembre sarà di martedì; se consideriamo che scuole e Uffici sono spesso chiusi anche il 23 e il 30 Dicembre, c’è una settimana abbondante da trascorrere da qualche parte del mondo prima del rientro con l’anno nuovo e stappare una bottiglia in un altro paese…non è mai una cattiva idea!

emporium Travel

Surf in Europa- dove fare surf non lontano dall’Italia

Siete sempre in cerca dell’onda giusta? Amate lo Sport del vento? Perché arrivare fino in California allora per surfare alla grande se anche l’Europa ha le sue spiagge del vento pronte a far volare la vostra tavola? Noi non siamo esperti di surf, ma non sapete quanto ci piacerebbe… surf, kitesurf, windsurf ci affascinano letteralmente e durante i nostri viaggi, siamo rimasti meravigliati da quanti luoghi in Europa o comunque vicinissimi all’Italia, diano la possibilità di divertirsi in bilico tra le onde e il vento.

Ecco la lista di tutti i luoghi non distanti dalla nostra Nazione dove potrai fare surf:

SURF IN GRECIA

Surf in grecia alex-shutin-203873-unsplash-min
Photo by Alex Shutin on Unsplash

Durante i nostri viaggi sulle isole della Grecia, abbiamo scovato delle isole i cui versanti sembrano fatti apposta per abbandonarsi al vento. Spiagge, talvolta nascoste altre volte stra-conosciute che si sono rivelate veri paradisi per i surfisti professionisti e non.

A Mykonos ad esempio la spiaggia più amata dai surfisti è Kalafatis: una spiaggia dorata di circa un kilometro, bagnata come sempre da acque cristalline e il vento che scende dalle montagne e raggiunge la velocità massima intorno a mezzogiorno.

Nella piccola isola di Antiparos il versante Nord sembra riservato esclusivamente agli amanti della tavola: basta noleggiare uno scooter e cominciare ad esplorare il versante settentrionale e le sue spiagge selvagge e nascoste. La più famosa è sicuramente Psaraliki Beach e il suo club di surf, Lo Spot one, molto apprezzato dai turisti.

Non possiamo non menzionare ovviamente l’isola di Creta: la più grande delle isole greche presenta una conformazione geografica e condizioni metereologiche perfette per gli sport acquatici. Inoltre qui troverete tantissimi club attrezzati sia per professionisti che per chi vuole cimentarsi per la prima volta in una di queste attività.
Ancora una volta il versante migliore è quello a Nord-Nord-est dove sono localizzate alcune delle spiagge più amate dai surfisti e non solo, ad esempio: Ammoudara, la baia di Elounda, la costa di Papadiokampos e Kouremenos.

Infine la più grande delle Cicladi, Naxos di cui una delle spiagge più amate per il surf è sicuramente una di quelle che più amato dell’isola: Miki Vigla. Un lingua di sabbia bianca e acqua trasparente, perfetta anche per lo snorkeling, la potremmo definire la preferita dai greci stessi.

SURF IN SPAGNA

Photo by Nicole Honeywill on Unsplash

Che Fuerteventura sia il regno del surf, questo lo sanno tutti ma non è la sola in cui potersi divertire!

Sicuramente tra le isole che abbiamo avuto la fortuna di conoscere e amare c’è quella che conosciuta come “l’isola del vento” , la bella Minorca. A nord il vento di Tramontana è di casa e sull’intera isola trovate club nautici.
Elencarvi tutte le spiagge bellissime in cui surfare è impossibile ma possimao citare Punta Prima, Platja de la Cavalleria o cala Tortuga. Minorca è l’isola del surf, per tutti anche per chi vuole imparare…infatti Fornells con le sue onde dolci è l’ideale per i principianti.

Se volete vivere una Ibiza insolita, allora dedicatevi ad uno degli sport che potete svolgere sull’isola, tra cui anche il surf e similari. Spostatevi a Nord, tra le mete più apprezzate troverete Punta Xarraca, più a sud invece troverete Cala Nova, non distante da es Canar. Molto divertente è il club sportivo, SURF LOUNGE, in cui potrete imparare a surfare grazi al FLOWRIDER, una macchina delle onde.

Infine chiudiamo con un classico: Formentera. Qui una delle spiagge più apprezzate per fare surf è sicuramente Playa des Migjorn, non troppo distante da Cala de Morts ed Es Calò. Selvaggia e dalla sabbia soffice e chiara, come tutte le spiagge di Formentera, questa sarà la vostra preferita quando il vento che soffia da Nord vi regalerà onde indimenticabili.

emporium

Brindiamo insieme al nuovo anno- addio 2018

Siamo al momento degli auguri vero?Bene, un altro anno è trascorso e questa volta vogliamo brindare virtualmente con tutti voi: brindiamo insieme quindi a tutte le cose e le persone importanti che ogni giorno contribuiscono a mantenere in vita il progetto Boheme.

Per prima cosa brindiamo al blog, un fantastico diario in cui ogni giorno cerchiamo di incollare cartoline, fotografie e pensieri. Auguri a questo nostro piccolo spazio sul web che un domani, sarà un bellissimo scatolone di ricordi che magari sfoglieremo insieme a nostri bimbi per mostrargli quante meraviglie ci sono intorno a loro.
Chissà, tra qualche tempo, rileggendo gli articoli potrebbe scapparci una risata o riguardando le foto potremmo pensare di aver esagerato con Photoshop, ma poi ci ricorderemo delle volte in cui abbiamo scritto di getto sulle note del telefono mentre aspettavamo il treno o al gate dell’aeroporto.

Brindiamo a tutti quelli quelli che ci seguono su Instagram e a Facebook, a tutti quelli che ci hanno lasciato un like di passaggio e quelli che di continuo che ci scrivono. Speriamo che tutto quello che postiamo sia stato sempre di ispirazione e che i nostri brevi racconti vi abbiano addolcito quelle giornate noiose trascorse sui banchi di scuola o tra gli impegni di lavoro.

Brindiamo alle persone bellissime che abbiamo conosciuto anche quest’anno e a tutte quelle conosciute negli anni scorsi. Abbiamo impressi nella mente i loro volti e tutte le cose fantastiche che anche per pochi minuti ci hanno lasciato: le blogger, i ragazzi conosciuti a Ibiza, i proprietari delle strutture alberghiere e tutte quelle persone con cui non condividevamo neanche la lingua che ora sono amici che sembra di conoscere da sempre.

Auguri a tutte le novità elettrizzanti e confuse che abbiamo nella testa per questo anno nuovo: abbiamo una mare di progetti lavorativi e idee scritte a penna su agende e post-it, idee disordinate ma in cui crediamo.
L’anno nuovo porterà l’apertura del nostro ufficio, un piccolo e-commerce e altre collaborazioni… ecco vi avevano detto che c’era entusiasmo ma disordine, lo avrete sicuramente capito ma ad ogni modo brindiamo perché ogni pezzo possa trovare il suo posto e incastrarsi alla perfezione con gli altri.

Brindiamo a tutte le volte che volevamo mollare e tutte le volte in cui ci penseremo ancora, a tutte quelle volte in cui qualcosa va storto o quelle volte in cui, ancora peggio, è tutto stabile, così stabile da essere snervante.
A tutte quelle volte che ce l’abbiamo fatta, a quelle volte che un like in particolare ci ha cambiato la giornata o una condivisione inaspettata ci ha fatto credere che forse valeva ancora la pena farlo.

Brindiamo a noi, brindiamo a voi e brindiamo alla fine di un anno che a conti fatti è stato come sempre generoso e a l’anno che verrà, durante il quale continueremo a lavorare sodo, alterneremo momenti di gioia a momenti di insoddisfazione e continueremo a scrivere e condividere, perchè è quello che amiamo fare e da oggi…questa sarà l’obiettivo, questa sarà la motivazione di ogni giorno.

emporium Lifestyle

Auguri di Natale-che sia un Natale di speranza

Dopo un lungo countdown sui social, sui calendari dell’avvento di ogni tipo e nelle pubblicità in televisione…finalmente è arrivato il Natale!
Mi sono divertita tantissimo a scattare foto con luci colorate, biscotti, tazze fumanti e aghi di pino e mi sono goduta il più possibile l’odore intenso che caratterizza questo periodo dell’anno, quando le strade sono tutte illuminate, nell’aria risuonano canzono natalizie e rumore di campanellini e in casa il rumore della cascata del presepe scandisce le ore serali e ti distrae un po’ dalla stesura dell’ultimo post.

Il Natale mi piace e lo aspetto con la stessa impazienza e lo stesso entusiasmo con cui da bambina aspettavo di scartare i regali che portava Babbo Natale. Il Natale, posso affermarlo ufficialmente, è una delle cose che più mi piace (forse la sola cosa) dell’inverno.

Il mese di Dicembre nel corso degli anni non mi ha portato sempre buone notizie, anzi quasi mai e soprattutto spesso mi ha messo di fronte a prove piuttosto dure…eppure nonostante tutto, ho aspettato il Natale come si aspetta che un desiderio si realizza; è così che ho imparato e capito che il Natale è speranza.

Io non so se dietro questo monitor, ci sono altre persone che come me amano lucine colorate e “jingle Bells” in loop oppure dei veri e propri Grinch ma se c’è una cosa che voglio, anzi VOGLIAMO  è augurarvi è quella di non perdere mai la speranza.

Vivete ogni singolo giorno con passione, lavorando sodo ma soprattutto coltivando in voi speranza ed entusiasmo. Vi auguriamo di non perdere mai di vista i vostri obiettivi: tenete sempre in mente ciò che siete ma soprattutto ciò che volete diventare e dove volete arrivare. Immaginate tutto quello che desiderate, le situazioni che volete si realizzino e non dimenticatele mai…comportatevi e agite come se fosse a un passo da tutto ciò.

Vi auguriamo per questo Natale di costruire i vostri sogni: pensate, usate tutta l’immaginazione che avete e poi…mattone dopo mattone costruite quello che davvero volete:non cercate di avvicinarvi solo al vostro sogno, REALIZZATELO ESATTAMENTE COM’É!

Felice Natale amici.
Continuate a sperare, continuate a sognare

stabilizzatore smooth 4-min
emporium Lifestyle

SMOOTH 4 stabilizzatore per smartphone Zihyun

Oggi vogliamo proporvi nella nostra sezione viaggi una recensione molto particolare di uno strumento che potrebbe diventare quasi indispensabile se amate immortalare ogni istante del vostro viaggio, soprattutto se vi cimentate un po’ anche nel videomaking. Lo strumento di cui vi parliamo è lo stabilizzatore SMOOTH 4 dell’azienda Zihyun.

Vi piacerebbe poter montare un bel video del vostro ultimo viaggio, avete solo il cellulare a disposizione, girate tante, tantissime clip di momenti indimenticabili che vorreste condividere con tutti ma…vi rendete conto che le vostre clip sono troppo mosse,!!! Un tremolio da mal di mare, pessima messa a fuoco e…non parliamo dello zoom! Ecco lo stabilizzatore vi riuscirà risolvere in maniera molto soddisfacente questi “piccoli” problemi.

stabilizzatore smooth 4-min

A cosa serve lo stabilizzatore Smooth 4?

Si tratta di uno stabilizzatore per smartphone a 3 assi che compensa tutte le vibrazioni, le oscillazioni e i tremolii vari sull’asse orizzontale, verticale e posteriore.

Cos’altro può fare lo stabilizzatore SMOOTH 4 ?

Oltre ad aiutarvi a realizzare video molto più precisi lo stabilizzatore Smooth 4 vi aiuterà a realizzare effetti anche molto carini: dai classici slow motion e time lapse, riprese in movimento, Panoramica 180°, Panoramica 3X3, Esposizione multipla, Esposizione lunga, Effetto vertigo e poi tanti effetti cinematografici molto carino.

Come si usa lo stabilizzatore Smooth 4?

Vi basterà semplicemente montare il vostro cellulare allo stabilizzatore (tranquilli perché la chiusura è veramente affidabile) e collegarla alla sua specifica app tramite bluetooth; da questo momento comanderete la camera da remoto, utilizzando i tastini sullo stabilizzatore, come quello per la registrazione o la manovella per lo zoom o per la messa a fuoco.

stabilizzatore smooth 4-1-min

Cosa trovo nella confezione?

All’interno della confezione trovate anche un comodissimo mini-treppiede e il cavo usb per la ricarica.

stabilizzatore smooth 4-2-min

Come si ricarica e quanto dura la batteria dello stabilizzatore Smooth 4?

Si ricarica con un semplice cavo USB, esattamente come un cellulare e la batteria riesce a durare anche una giornata intera, se lo spegnete ogni tanto tra una ripresa e l’altra. la batteria del vostro cellulare potrebbe durare un po’ in meno invece quindi vi consigliamo di spegnere eventualmente 4g e wi-fi e lasciare acceso il solo bluetooth che collega i due dispositivi.

Ma c’è qualcosa che non va in questo stabilizzatore?

Non c’è niente di particolarmente negativo da segnalarvi, solo che vi sconsigliamo di utilizzare la funzione per scattare le foto…la qualità non ci ha particolarmente entusiasmato.

Ok, forse mi sono convinto ma…quanto costa e dove lo compro?

Noi abbiamo acquistato il prodotto su AMAZON e il costo è secondo noi veramente giusto (140,00 euro) considerando l’ottimo rapporto qualità prezzo.

Alleghiamo qui un video realizzato a Minorca e uno realizzato a Roma, girati interamente con iPhone 7 e stabilizzatore Smooth 4, editato con Adobe Premiere.

souvenirs-cover
emporium

Souvenirs di viaggio-ecco i più originali da regalare

La parola Souvenirs deriva dal francese e vuol dire ricordo. Non c’è viaggio senza un piccolo souvenir da tener per se o da portare a chi amiamo; un oggetto piccolo o grande che dice:” si, ero lì e ti ho ho pensato…” .  Ma alzi la mano chi ha ricevuto almeno: 100 tazze, 200 calamite e 50 portachiavi? è il momento di dire basta! Regaliamo e facciamoci regalare souvenirs diversi, qualcosa che davvero ricordi quel posto o faccia sentire la sua atmosfera.

Ecco la lista dei souvenirs da fare ( e da non fare, perchè non se ne può più…).

Suovenirs originali:

souvenirs-cover

CIBO

Ogni posto ha un piatto tipico, un ingrediente unico o un liquore speciale. Ultimamente abbiamo notato che le persone hanno apprezzato tantissimo questa tipologia di regali: pasta fatta a mano o sughi tipici dall’Italia, la Mamajuana dalla Repubblica Dominicana, lo speck alto-atesino da Merano, il Sale da Ibiza, i cereali da Ny. Ovviamente tenete sempre in considerazione il vostro bagaglio e quello che potete imbarcare se siete in aereo. Ad ogni modo vedrete che le persone che riceveranno questi souvenirs ne saranno incuriosite ed entusiaste…soprattutto le più golose.

TARGHE O QUADRETTI
Altro souvenir sfizioso sono le vecchie targhe delle auto che spesso si trovano su bancarelle o in negozietti (specialmente nel continente americano) o ancora quadretti di vario tipo ad esempio tele o quadretti in legno che sostituiscono le vecchie e care cartoline.

BIJOUX FATTI A MANO
Ad Ibiza abbiamo fatto visita ai famosi mercatini Hippie e ci siamo divertiti ad acquistare souvenirs fatti a mano, soprattuto bijoux che hanno fatto impazzire le nostre amiche perchè erano nono solo bellissimi oggetti ma anche pezzi unici e introvabili.

LIBRI DI ARTE E FOTOGRAFICI
Se siete in una città d’arte potete pensare di acquistare come souveir libri che raccontino di un museo o delle opere di un artista ecc. Per gli estimatori sarà un regalo graditissimo. Altrimenti potete acquistare un libro fotografico che invogli, incuriosisca o faccia sognare la persona che lo riceverà.

LIBRI DI CUCINA TIPICA
Per le nostre mamme sono stati regali fantastici i libri di cucina tipica, specialmente quelli provenienti dalla Puglia…ovviamente. Potreste provare a fare lo stesso regalo alle vostre mamme ( e perchè no anche a zie, nonne, sorelle o tutti gli amanti della cucina) e vedrete che sarà un pensiero apprezzatissimo.

Ecco invece la lista di tutti i souvenirs da non regalare (più) a meno che non si tratti di accaniti collezionisti:

  • tazzoni e tazze
  • portachiavi
  • cappellini, magliette e borse con su scritto “Barcellona”, “Parigi” ecc…difficile che qualcuno possa indossarle realmente.
  • statuette
  • combo strofinaccio, presina e guanto da forno
  • accendini e posacenere

E voi cosa portate alle persone care dai vostri viaggi? Avete altre idee da inserire nella lista? Quali sono i souvenirs di cui non ne potete proprio più?

film di viaggio da vedere
emporium Lifestyle

Film per chi ama viaggiare- la nostra lista di imperdibili

Neanche per un travel blogger è facile viaggiare sempre, purtroppo spesso problemi familiari, lavorativi ed economici ci costringono a restare a casa. Ma come si fa se il viaggio più lungo che faremo in quel periodo sarà quello dalla cucina al salotto? Semplice, si viaggia con la mente, su riviste e social ma anche con qualche bel film. Abbiamo stilato una lista di film che tutti i viaggiatori dovrebbero guardare almeno una volta. Si tratta di film di viaggio che emozionano, ispirano e ricordano vari posti del mondo. Tranquilli, non vi sveleremo la trama ma stuzzicheremo un po’ la vostra curiosità.
Ecco la nostra lista di film per chi ama viaggiare:

locandina mangia prega ama film per chi ama viaggiare

MANGIA, PREGA, AMA
Lo avrete sicuramente visto, è un classico ed è un po’ il sogno di tutti: mollare tutto, come la nostra Julia Roberts, per ritrovare se stessi in giro per il mondo.

 

 

 

i viaggi segreti di walter mitty film per chi ama viaggiare

I SOGNI SEGRETI DI WALTER MITTY
anche questo, un classico…un film delicato ma anche divertente che ci porta alla scoperta della Groenlandia e dell’Islanda fino all’Afghanistan e ai confini dell’Himalaya.

 

 

 

into the wild film per chi ama viaggiare

INTO THE WILD
Non conosciamo una persona che dopo aver visto questo film non se ne sia innamorato. Un film toccante, che ti cambia anche un po’ il modo di percepire la vita e il viaggio. La vita di Alex Supertramp, alias Christopher McCandless e le sue avventure dalla Virginia all’Alaska.

 

 

 

midnight in paris film per chi amai viaggiare

MIDNIGHT IN PARIS
Capolavoro di Woody Allen, lo inseriamo nella nostra lista di film per chi ama viaggiare poiché gli amanti di Parigi e della Francia apprezzeranno riprese, musiche e lightning scelte dal famoso regista…vi sembrerà di essere lì e passeggiare sotto la pioggia per le strade della ville Lumiere con Owen Wilson nei panni di un nostalgico e visionario scrittore.

 

 

 

VICKY, CRISTINA, BARCELLONA
Stesso motivo, per quest’altro capolavoro di Woody Allen che si sposta stavolta in Spagna. Fantastica l’interpretazione di Penelope Cruz che mostra tutto il calore, la passione e “la sangre” del popolo spagnolo.

 

 

 

viaggio a kanhar film per chi ama viaggiareVIAGGIO A KANDHAR
Un film che è rimasto nei nostri cuori, conosciuto tra i banchi di scuola, uscito in un periodo storico cruciale. Una donna che ritorna nel suo paese dopo anni di assenza e vede con i suoi occhi il duro governo talebano, la situazione delle donne, quella sanitaria e il sistema scolastico…

 

 

 

 

il cammino per santiago film per chi ama viaggiare

 

IL CAMMINO PER SANTIAGO
Tom vorrebbe portare le ceneri del figlio, deceduto mentre percorreva il famoso di cammino di Santiago e finisce con l’intraprendere egli stesso il cammino per realizzare il sogno incompiuto del figlio. Storia delicata che invita a riflettere sul senso della vita che viviamo e quella che scegliamo di vivere…

 

 

 

i diari della motocicletta film per chi ama viaggiare

I DIARI DELLA MOTOCICLETTA
Meraviglioso film ispirato ai diari di viaggio del giovanissimo Ernesto “Che” Guevara…meraviglioso itinerario alla scoperta di luoghi fantastici come Machu Picchu e altri spettacolari luoghi dell’America latina.

 

 

 

wild film per chi ama viaggiareWILD

Altro film meraviglioso per chi ama viaggiare, insegna l’importanza del viaggio in momenti in cui la vita sembra essere sconvolta da una serie di circostanze più grandi di noi… in questo film andiamo alla scoperta del Pacific Crest Trail con i suoi paesaggi naturali selvaggi e incontaminati.

 

 

 

on the road film per chi ama viaggiare ON THE ROAD

Basato sull’omonimo romanzo Dean Moriarty e Sal Paradise, intraprendono un lunghissimo viaggio per gli USA senza soldi e senza un itinerario preciso. A dirla tutta forse il romanzo, scritto di getto vi potrebbe appassionare ancora di più del film del 2012.

 

Conoscete altri fil imperdibili che parlano di viaggi? Perchè non ce lo fate sapere in modo da ampliare questa lista?

travel blogger
emporium Lifestyle

Fare belle foto in viaggio-Consigli per travel blogger e non solo

Chi durante un viaggio, un week end o una gita fuori porta non scatta almeno una foto? Che sia per avere un bel ricordo sulla gallery del cellulare o per “acchiappare” like su Instagram o per lavoro…tutti scattiamo foto! Ma come si fa a fare belle foto in viaggio? Ci sono piccoli accorgimenti e qualche trucchetto che abbiamo imparato con il tempo e che in questo post vi sveliamo!

IL LUOGO

È vero, spesso le foto improvvisate sono le più belle ma non è facile ottenere lo scatto giusto al momento giusto quindi se avete la possibilità, fate un sopralluogo sul posto per scovare qualche angolino nascosto o per capire quale potrebbe essere l’orario migliore per la luce giusta. Ancora, molto importante per fare belle foto in viaggio potrebbe essere capire l’affluenza di persone in un punto di interesse noto e quale potrebbe essere una posizione strategica per scattare la vostra foto ed evitare che la signora di turno passi proprio mentre scattate. Se non potete fare ciò, cercate almeno di documentarvi e trovare ispirazione su canali come Flickr o Pinterest (a proposito ci seguite su Pinterest?)

LA LUCE

Per fare belle foto in viaggio, la luce non è un opzione…è la regola. Le ore migliori sono l’alba e il tramonto, non ci sarà bisogno di filtri per avere foto uniche. Altra cosa fondamentale: se volete fotografare il centro di un’isoletta o anche di una grande città allora scegliete l’alba…non solo per la luce ma anche perché troverete meno persone e sarà più facile scattare in tranquillità. Durante il giorno ricordate di tenere sempre il sole alle spalle ed evitate le inquadrature che sono per metà al sole e per metà all’ombra. Se usate un reflex, non dimenticate un treppiedi per foto notturne o al tramonto.

QUALCHE REGOLA

  • Se volete realizzare qualche foto un po’ più ricercata allora dimenticate per un momento il soggetto nel mezzo della composizione. Sperimentate piuttosto una delle regole base della fotografia la regola dei terzi.Come vedete la reflex e anche la fotocamera dello smartphone presentano sul display una griglia che lo divide in vari quadrati. Provate quindi a posizionare il vostro soggetto in uno dei punti in cui le linee si intersecano; avrete foto molto più particolari con tagli e prospettive nuovi.

come fare belle foto in viaggio

  • Attenti a quando fotografate il mare o l’orizzonte; Cercate di seguire sempre le linee della griglia in modo da non immortalarli storti (o distorti).

UN PO’ DI FANTASIA

Si abbiamo appena parlato di regole ma per fare foto belle in viaggio possiamo anche lasciarci un po’ andare e immortalare qualche dettaglio: il pattern di un tappeto, una fila di piastrelle colorate, cesti con spezie o gioielli colorati. Insomma non fermatevi mai alla solita foto della torre Eiffel, cercate i dettagli che raccontino l’esperienza sensoriale del vostro viaggio.

ISPIRAZIONE

Se avete un blog o un profilo Instagram ( qui trovate il nostro, seguiteci!!!) quasi sicuramente sarete attenti allo stile fotografico e alla sua coerenza. Quello che vi suggeriamo è fare una ricerca sullo stile che volete dare alle vostre foto. Cercate ispirazione su Pinterest ma anche su WE HEART IT e prestate attenzione ai dettagli: luce, composizione, abbinamento colori, grana e dissolvenze ma anche pose a cui potreste ispirarvi. 

NON DIMENTICARE

  • Le cose che NON DEVI e NON PUOI assolutamente dimenticare per fare belle foto in viaggio sono:
  • Schede SD di riserva
  • Se usi una reflex porta con te almeno due obiettivi (ad esempio uno per il ritratto e uno per paesaggio)
  • Un panno che ti permetta di pulire l’obbiettivo (meglio il kit)
  • Cinghia per appendere la tua reflex al collo e averla sempre a portata di mano

lasdalias-41-min-ristorante pandok-cala llonga
emporium Travel

Mangiare a Ibiza e spendere poco-i nostri consigli

In genere ci affidiamo sempre a Tripadvisor per cercare posticini in cui mangiare ma quando si é trattato di mangiare a Ibiza non siamo stati fortunati. Ci siamo ritrovati in posti rinomati e non dell’isola che per motivi diversi non ci hanno soddisfatto. Così ci siamo messi alla ricerca e ad oggi possiamo darvi alcuni consigli per mangiare ad Ibiza spendendo il giusto e gustando ottimi piatti.

Per prima cosa vi diamo una dritta per il pranzo: i lidi e i Beach club della parte sud sono piuttosto costosi quindi vi sconsigliamo di mangiare ogni giorno ai loro ristoranti. Piuttosto controllate che nei dintorni ci sia qualcuno che produce boquadillos ( i tipici panini spagnoli) o godetevi una bella colazione catalana a base di tostadas, una sorta di bruschetta con il pomodoro a cui aggiungere delle fettine di jamón serrano e un filo di olio.

Nella parte nord vicino alle spiagge ci sono delle deliziose taverne che propongono il menu a prezzo fisso con piatti tipici, semplici e genuini. A Cala Llonga ad esempio con appena 12 euro a persona abbiamo mangiato zuppa di fave,  pollo arrosto con patate, tiramisù e caffè.

A cena vi consigliamo la zona del portoe la zona di Sant Antonio dove troverete tantissimi pub, kebab e pizzerie e con pochi soldi riuscirete a mangiare cose, non certo salutari ma molto economiche.

mangiare a ibiza-3Se invece volete mangiare dell’ottimo carne grigliata possiamo consigliarvi un posticino incredibile:  ristorante s’Argentera nella zona Sant Carles de Peralta. Qui la carne é arrostita all’aperto davanti ai vostri occhi e servita con pomodori, peperoni e patate alla brace. Ambiente informale ma suggestivo con tutte le lucine e le lanterne che illuminano i tavoli nel giardino.

ristorante s'argentera

mangiare a ibiza-19-ristorante s'argentera

mangiare a ibiza-18 ristorante s'argentera

mangiare a ibiza-17-ristorante s'argentera

Continuando con lo street food, invece troverete in molte zone i corner di KFC famosissimo per il pollo fritto, ideale per cene velocissime, stessa cosa per mcDonald e Burger king, a pochi metri l’uno dall’altro nella zona del porto.

Mangiare ad Ibiza la paella? Certo, un vero e proprio obbligo ma ricordate che il prezzo sui menu è a persona e in alcuni luoghi è molto più costoso rispetto ad altri.

Noi vi consigliamo un ristorante molto carino a cala Llonga, ristorante Pandok in cui potrete mangiare una buona paella a circa 18/20 euro a persona e poi non perdete le patatas bravas che sono veramente buone.

lasdalias-41-min-ristorante pandok-cala llonga

mangiare a ibiza ristorante pandok-cala llonga

mangiare a ibiza-8ristorante pandok-cala llonga

mangiare a ibiza-7-ristorante pandok-cala llonga

mangiare a ibiza--ristorante pandok-cala llongaI chioschetti di Las Dalias NON sono particolarmente economici, un piccolo trancio di pizza costa 4 euro. Tuttavia di fianco al mercato trovate un supermercato  con tutto quello che vi occorre per un pranzo veloce ad esempio un panino con del jamón serrano affettato al momento.

Se vi state chiedendo se sia possibile mangiare ad Ibiza, in zona porto senza spendere cifre esorbitanti la risposta è si.
In realtà anche noi la prima sera abbiamo commesso un grosso sbaglio, ovvero scegliere uno dei ristoranti più rinomati di Ibiza. Risultato: attesa, servizio un po’ dozzinale, pietanze non ottime e conto salato (nota positiva per la location bellissima). 

Dopo aver sperimentato qualche posticino, abbiamo trovato il migliore cioè il ristorante El pirata di cui vi parliamo approfonditamente qui.

mangiare a ibiza-ristorante el pirata

 

Come vedete mangiare ad Ibiza spendendo poco è semplice basta conoscere qualche piccolo trucchetto e qualche posticino segreto che vi permetterà di mangiare bene e salvare il portafogli per tutti i giorni che soggiornerete sull’isola.

Conoscete altri posti sull’isola in cui mangiare bene e spendere poco? Scriveteli nei commenti e quando torneremo a Ibiza ( come ogni anno) li proveremo!

emporium

Take away moderno a Napoli-il nuovo street food

In un articolo precedente vi avevamo parlato del classico street Food napoletano ma oggi vogliamo elencarvi tutte le novità che potrete gustare continuando a passeggiare per Napoli, ovvero tutte le prelibatezze take away più moderne e innovative senza dimenticare però la genuinità e tutto il gusto della tradizione…attenti perchè leggendo questo articolo potrebbe venirvi voglia di correre a Napoli per assaggiare una di queste squisite proposte!

Spaghetto al pomodoro Pastificio di Martino

Se avete proprio voglia di uno spaghettino con sugo di pomodoro fresco in cui magari fare anche la scarpetta allora sappiate che non dovete recarvi per forza al ristorante Vi basterà raggiungere Piazza Municipio per mangiare uno squisito. Preparato al momento, in una piccola cucina a vista, lo spaghetto on the go del Pastificio di Martino è davvero ottimo: sughetto saporito, fogliolina fresca di basilico, una spolverata di parmigiano e del pane per la scarpetta…il tutto servito in una comoda confezione per il take away. Non vi resta che sedervi d’avanti al mare, a pochi passi da lì e gustarvelo tutto…p.s. attenti a non sporcarvi! 

Aperisciu Pasticceria Seccia

La storica Pasticceria Seccia sui Quartieri Spagnoli propone un dolce molto particolare, appunto l’aperisciu: si tratta di un bignè alla crema con craquelin di mandorle e nocciole, ripieno di crema al mojito, pina colada e daiquiri. Le decorazioni su questi dolcini ricordano la bandiera cubana così come la simpatica scatola per il take away.

Il “boccacciello” di Casa Infante

Voglia di gelato ma con una marcia in più? allora non potete perdere i “boccaccielli” (barattolini) della ormai famosissima gelateria napoletana Casa Infante. A parte il packaging simpaticissimo, sono i gusti ad essere sorprendenti: biscotto Oreo, Gocciole, Pan di stelle e poi questo, lo Zuppone che tanto ricorda il sapore dei biscotti Plasmon intinti nel latte.

Pasta take away da O’Macarò

Si avete visto bene: questa è proprio una pasta e patate servita direttamente in una classica grattugia per ricoprirla di parmigiano al momento. Dove potete assaggiarla? da O’ Macarò

Ma in realtà potete scegliere tantissimi tipi di pasta, sughi e anche di insalate fresche e ovviamente potete chiedere la vostra porzione Take Away, abbondante e sapotita. Altre specialità che vi consigliamo solo la Genovese di Tonno e l’Amatriciana…da leccarsi i baffi!

Straccetti di pizza fritta dolce dalla Masardona

Ok lo sappiamo, vi abbiamo gia portato dalla Masardona per il classico street food napoletano, ma questi sicuramente non li avete mai assaggiati: sono straccetti realizzati con l’impasto della pizza, fritti e poi innevati da zucchero a velo.  A completare il tutto una generosa colata di cioccolato che potete scegliere al latte, fondente o bianco.

Pizza Cono

A Napoli non è affatto una novità ma forse voi non la conoscete: è praticamente una pizza ma si mangia come un gelato! Potete sceglierla con le stesse farciture che scegliereste per la classica tonda ma attenti per la mozzarella filante scotta tantissimo! Queste in foto sono della pizzeria “o con e Napul‘” e sono rispettivamente farcite con polpette e patate e salsiccia e friarielli.

 

Ma non abbiamo finito qua,presto aggiorneremo l’ articolo con altre prelibatezze take away..abbiate pazienza le stiamo testando per voi!