Tag / photography

cucina-creta-cover
Kitchen ricette

Mangiare a Creta-tutto quello che di buono troverai

Mangiare a Creta:

Gusto e tradizione a prezzi piccoli

La cucina cretese, più che altro, comprende i piatti più tipici della tradizione greca, per intenderci quelli più famosi, spesso rivisitati da alcuni ristorantini e taverne ma sempre in linea con i sapori classici; questi comprendono quindi cipolle, cetrioli, aglio, formaggi e spesso spezie. Crediamo che la cucina greca sia una delle più buone e variegate, in quanto comprende sia piatti a base di pesce che quelli a base di carne per cui sarà facile accontentare il palato di tutti. In più mangiare a Creta, così come in tutta la Grecia, è veramente economico non solo per la parte street food ma anche in ristoranti veri e propri. Vediamo quindi questa carrellata di piatti cretesi/greci che abbiamo gustato e che potrete (anzi DOVETE) assaggiare anche voi:

mangiare-suvlaki

Souvlaki

è lo spiedino più famoso della Grecia e raccoglie vari tipi di carne dall’agnello alla salsiccia di maiale. Generalmente è accompagnato dalla nota salsina tzatziki oppure dalla salsa allo yogurt. Immancabili sono le verdurine come pomodori e cetrioli ma anche la cipolla, molto utilizzata nella cucina greca. Noi vi consigliamo di mangiare questo spiedino come spuntino veloce e sostanzioso quando trascorrete l’intera giornata fuori casa, tanto troverete sempre qualcuno sulla strada che li prepara da asporto.

Moussaka

La Moussaka è una delizia per il palato. Si tratta di uno sfornato di melanzane, carne macinata e besciamella ma, a Creta l’abbiamo gustata anche con un bello strato alto di patate all’interno e servita in piccoli contenitori di coccio, Certo mangiare la moussaka non è proprio l’ideale per chi è attento alla linea ma è un piatto unico e per una sera si può cedere a tanta bontà.

mangiare-yogurt

Yogurt

in assoluto la nostra colazione preferita. Non si può andare in Grecia e non assaggiare lo yogurt tipico: cremoso, compatto, molto acido ma altamente versatile, non a caso utilizzato tantissimo nella cucina sia per il dolce che per il salato. Noi preferivamo mangiare lo yogurt con miele, muesli di cerali e frutta secca ma molto buono anche accompagnato solo da frutta fresca.Spesso a Creta vi verrà proposto lo yogurt anche come dessert a fine pasto, servito con il topper che preferite.

mangiare-dolmades

Dolmades

Non lasciatevi assolutamente ingannare dall’aspetto, se non li assaggiate non sapete cosa vi perdete! I dolmades sono involtini di riso e carne macinata avvolti in foglie di vite. Il sapore è fresco e uno tira l’ altro Noi li abbiamo mangiati con una salsa di accompagnamento a base di uova, limone e prezzemolo, una sorta quindi di maionese delicatissima che smorza forse anche un po’ il sapore leggermente acido dell’involtino che ripetiamo è comunque buonissimo anche da solo.

mangiare-insalata greca

Insalata greca

Una vera istituzione a tavola a Creta e in tutta la Grecia.Aperitivo, contorno, spezzafame o stuzzichino per accompagnare la birra, l’insalata greca è sempre presente: comprende verdure di vario tipo come pomodori e cetrioli e nel mezzo del piatto una freschissima fetta di feta, formaggio tipico greco, onnipresente nella loro cucina. Fresca, leggera e sana mangiatela quando vi va.

mangiare-kalamarakia

kalamarakia

Piatto tipico, altro non è che una buona frittura dai calamari freschi, come suggerisce il nome che sono ottimi accompagnati da un buon vino bianco locale e sebbene sia frittura noi vi consigliamo di ordinarla a cena in un bel ristorantino di specialità di mare per godere al meglio del buon sapore del pesce fresco

mangiare-gyros

Gyros

Altro piatto che vi “salverà”  pranzi e cene on the road è il gyro; per Circa tre euro avrete tra le vostre mani una pita farcita con carne simile al kebab. meno speziata però, tzatzikiverdure e cipolle che potrete sostituire con patatine fritte. Non sarà il massimo della leggerezza ma è un piatto completo che scende giù alla perfezione con una birra ghiacciata.

mangiare-raki

Raki

Vi verrà offerto e non potrete assolutamente rifiutarlo. Un alcolico fortissimo, un’ acquavite per la precisione che potrete gustare a fine pasto e per i cretesi è un simbolo di ospitalità e convivialità..non a caso, in compagnia dei cretesi ne berrete anche più di uno, quindi magari evitate la guida dopo

creta-agiaPelagia-tramonto
Travel

Creta-parte 2-Viaggio nella culla della civiltà

Se festeggerete il vostro Ferragosto sull’isola

e  volete “vivere qualcosa di tipico” o meglio vivere come glia bitanti dei luoghi che visitate (come facciamo noi), non potete perdere assolutamente la festa a Damasta un paesino arroccato su una montagna, nella cui piazzetta della chiesa vengono allestiti tantissimi tavoli, c’è un menu fisso e per pochi euro mangerete carne grigliata e buon vino.

La festa a Damasta, è un salto nelle tradizioni; abbandonate il vostro smartphone e la vostra fotocamera e godetevi il momento. Ascoltate la lingua greca, inebriatevi con il profumo del buon vino cretese e se vi viene voglia ballate al ritmo della musica tipica ma se non sapete ballare allora alzatevi e guardate come ragazzi, ragazze, uomini e donne ballano in cerchio una danza cretese e poi..aspettate i fuochi.

creta-damasta
creta-damasta2
Essere a Creta

e viverla come abbiamo scelto di viverla noi, vuol dire anche scoprire ed amare le sue radici più profonde e quelle di Creta sono piuttosto conosciute. Da sempre,nei libri di storia, c’è un capitolo dedicato solo al popolo cretese, popolo di navigatori e commercianti, noto per la raffinatezza e l’eleganza che si manifestava soprattutto nell’arte. Simbolo del potere e dello sfarzo cretese era il Palazzo di Cnosso, noto anche e soprattutto per il mito di Teseo e il Minotauro. Ancora oggi il palazzo di Cnosso, residenza di uno tra i più grandi re della storia, Minosse, mostra lo splendore che neanche il tempo e le calamità naturali hanno potuto intaccare.

creta-cnosso
creta-cnosso-5
creta-cnosso-4
creta-cnosso-3
La parte più complicata di un viaggio è sempre il ritorno alla “realtà”

ma c’è un modo per alleggerire tutto e cioè portare con sè qualcosa che ricordi fortemente quel luogo, che sia un odore, un sapore o un colore che più ci ha accompagnato in questo viaggio. Passeggiare per le vie di Retimo, affollate e colorate ci ha aiutato molto. lì abbiamo scelto anche qualcosa di significativo che racchiudesse l’essenza di questo viaggio, anche per le persone a noi più care, affinchè potessero “conoscere” anch’esse quest’isola e pur non avendola mai vista, conservarne un pezzetto nelle proprie case.

Retimo ha un fascino che non conosce le convenzioni temporali, bella sia di giorno che di notte, conserva  in sè la storia di popoli che si sono succeduti nel tempo e hanno lasciato il proprio segno: dalla loggia venziana ala fontana Raimondi.

creta-retimo

Come al solito, il viaggio mi insegna qualcosa e stavolta ho avuto una grande lezione che dovrò sempre tenere a mente: mai lasciarsi condizionare da infondati pregiudizi; Se un luogo non è definito “trendy”, se non è nei most popular di Instgram, se non è in cima alla wishlist delle vacanze dei più, questo non vuol dire che non abbia qualcosa da regalarti. Creta mi ha regalato una stupenda tavolozza di colori, un bouquet di profumi, il sapore delle spezie e dello Yogurt, rocce calde, mare profondo e vento fresco e …si me ne vado con quel velo di malinconia che solo un gran bel viaggio ti lascia dentro. Creta mi ha regalato giorni indimenticabili, mi ha regalato musica, balli, rakì, sabbia bianca e tramonti rossi sul mare e tra le montagne. Creta regalerà sempre qualcosa, perchè Creta è cosi…ricca.

creta-damasta

grotta-di-seiano-11
Travel

Grotta di Seiano- un luogo segreto e inesplorato

grotta-di-seiano

GROTTA DI SEIANO

(Napoli)

 

Inesplorata

Non riesco a capire perchè esistano luoghi in grandi città come Napoli, che rimangono quasi sconosciuti alle migliaia di turisti che le riempiono in ogni stagione. Questo è il caso della grotta di Seiano, poco conosciuta anche dagli abitanti stessi della città,è un posto meraviglioso, impregnato di cultura e misteri.

grotta-di-seiano
credit: http://www.medeart.eu/visite-guidate-napoli/parco-archeologico-del-pausilypon-e-grotta-di-seiano-2/

L’accesso alla grotta è alla discesa di Coroglio, siamo nella ex zona Italsider del quartiere Bagnoli. La grotta è piuttosto un lungo tunnel di quasi 800m che venne fatto edificare in epoca imperiale e attraversa la grande collina di Posillipo.

Il buio, il silenzio ,l’umidità leggera della grotta la rendono ancor più maestosa e regale;un’opera imponente che attraversa fiera la natura e sembra con essa resistere al tempo che passa.

grotta-di-seiano-03

Alla fine del tunnel, si giunge ad un fantastico sito archeologico che custodisce  i resti di un grande teatro dalla capienza di circa 2000 posti. Da qui la vista è stupenda, il mare di Posillipo si mostra in tutto il suo splendore, baciato dal sole e accarezzato dal volo dei gabbiani.

grotta-di-seiano-02
grotta-di-seiano-07
grotta-di-seiano-01
grotta-di-seiano-12
grotta-di-seiano-09

La stessa area archeologica ospita un secondo teatro, molto più piccolo e al coperto; la vera meraviglia di questo luogo sono le pavimentazioni e i mosaici che è ancora possibile ammirare  e sono una testimonianza importante che custodisce storie e segreti del passato più lontano.

grotta-di-seiano-08

La passeggiata per il sito è piacevole; nonostante il caldo è possibile trovare un po’ di fresco nella rigogliosa vegetazione e poi vale la pena anche per i meravigliosi panorami che si incontrano lungo il cammino. Una sorta di terrazza naturale si affaccia su uno dei luoghi più belli di Napoli, il parco della Gaiola. Qui la nostra guida ci mostra la cosiddetta Villa Maledetta. Quest villa dei primi del 900, tanto panoramica e tanto sventurata, è stata la dimora di moltissimi personaggi illustri. A quanto pare però, una volta stabiliti in casa, pare che tutti gli inquilini abbiano poi subito atroci disgrazie.

grotta-di-seiano-11
grotta-di-seiano-13

La nostra visita termina con il ritorno verso il tunnel, dopo due piacevoli ore in questo luogo meraviglioso.un luogo incantevole che ho deciso di definire..inesplorato.

 

Se volete visitare anche voi questa luogo così misterioso ecco alcune info:

  • il parco è visitabile su prenotazione
  • è aperto dal lunedì al sabato
  • la visita è GRATUITA
  • le visite si effettuano in gruppi di massimo 40 persone con orari prestabiliti

per prenotare o chiedere altre info potete telefonare al numero 081.2301030, dalle ore 10,00 alle 13,00 dal lunedì al sabato;

Link utili

grotta-di-seiano-04

collana-boho-cover
diy Fashion

collana boho -diy- trend primavera estate 2017

la collana facile facile..

Ciao a tutti bentornati o benvenuti sul nostro blog! Anche questa volta un diy fashion semplicissimo e quando dico semplicissimo è davvero cosi…oggi infatti realizziamo una collana boho, dark o come volete definirla voi che io adoro e non potevo non avere ma ammetto che mi nei negozi non è molto facile da trovare, oforse non riesco a trovarla esattamente come dico io.

Dato che questa collana è molto particolare ma allo stesso tempo semplicissima ho pensato che potevo realizzarla da me, bastava solo un po’ di ingegno e dopo varie prove ho trovato la soluzione più semplice ed economica.

Gli anellini che ho usato io potete sostituirli con qualunque altra perlina o charms per gioielli come quelle che potete trovare su Amazon.

Cominciamo subito…

collana-04

Materiali

due lacci per scarpe

otto anellini per bijoux

Materials

two laces shoes

eight rings for Bijoux

 

collana-02

Uniamo i due lacci con un nodo molto stretto

Join the two laces with a node very close

collana-03

Inseriamo i primi quattro anellini e chiudiamo con un nodo

Insert the first four rings and  close with a node

collana-03

Inseriamo altri quattro anellini alla seconda estremità e fissiamo con un nodo

Insert the other four rings at the second end and fix with a node

Ok tre semplici passaggi per una collana particolarissima, il risultato è davvero molto carino e vedrete che indossata non sembrerà neanche una collana” fatta in casa” con due semplici materiali.

Divertitevi a realizzarla e a cercare mille idee per personalizzarla.

Ci vediamo qui, prestissimo.

Francesco e Emanuela

parco vergiliano 01
Travel

Parco Vergiliano – Alla scoperta di un tesoro nascosto nel Cuore di Napoli Il cenotafio di Virgilio, la Tomba di Giacomo Leopardi e la Crypta Neapolitana.

Parco Vergiliano

In una domenica come tante, dopo la solita settimana di studio e lavoro intenso, quando manca ancora un bel pò all’estate, ma è già arrivata la primavera, non c’è niente di meglio che godersi il tiepido sole di marzo mentre si scovano gli angoli più nascosti della propria città.
Domenica 26 marzo abbiamo deciso di passeggiare in un luogo della nostra Napoli, sconosciuto purtroppo ai turisti ed ai napoletani stessi; a Piedigrotta, nel quartiere Chiaia, situata fra la riviera di Chiaia, piazza Sannazzaro e la stazione ferroviaria di Mergellina, alle spalle della chiesa di S. Maria di Piedigrotta, nascosto e silenzioso c’è il meraviglioso Parco Vergiliano, da non confondersi con il Parco Virgiliano di Posillipo, in cui riposano due anime che sempre resisteranno al tempo e alla storia, Publio Virgilio Marone e Giacomo Leopardi.

Il Parco custodisce:

  • il cenotafio di Virgilio, un colombario d’età romana ritenuto la tomba del poeta;
  • la Tomba di Giacomo Leopardi, un’alta ara, all’interno di una grotta in tufo;
  • la Crypta Neapolitana (chiamata anche Grotta di Pozzuoli o di Posillipo), galleria d’epoca romana che collega Mergellina e Fuorigrotta;
  • un’edicola in piperno con due lapidi, risalenti al 1668, sulle quali è inciso un elenco di malattie curabili dalle acque termali presenti nell’area flegrea.

 

Un suggestivo angolo verde e silente con una splendida vista su Napoli, è il luogo ideale per passeggiare e sopratutto staccare la spina da un mondo rumoroso e veloce che sembra essere lontanissimo da questo parco.

L’ingresso al Parco è gratuito e avrete la possibilità di visitarlo tutti i giorni dalle ore 9 alle 14:50, eccetto il martedì, giorno di chiusura.

 

Salita Della Grotta, 80122, Napoli

https://www.google.com/maps/place/Salita+della+Grotta,+80122+Napoli,+Italia/@40.8308145,14.2180017,19z/data=!4m6!1m3!3m2!1s0x133b0918eec9deb7:0xcd42b22b6bb8a757!2sSalita+della+Grotta,+80122+Napoli,+Italia!3m1!1s0x133b0918eec9deb7:0xcd42b22b6bb8a757?force=lite

Come Arrivarci:

Metropolitana Linea 2, stazione Mergellina (circa 1 minuto a piedi)

Contatti

Tel: 081 669390

parco vergiliano 01
parco vergiliano 02
parco vergiliano 03
parco vergiliano 04
parco vergiliano 05
parco vergiliano 06
parco vergiliano 07
parco vergiliano 08

per maggiori informazioni visita il sito ufficiale

Clicca sul pulsante per vedere il mio outfit

calendario Aprile
emporium

Primavera in Aprile – Calendario BOHO-aprile 2017 Le giornate più lunghe, il sole sempre più caldo, il profumo dei fiori che tornano a colorare ogni paesaggio.

Aprile…

Finalmente è arrivata la Primavera. Le giornate più lunghe, il sole sempre più caldo, il profumo dei fiori che tornano a colorare ogni paesaggio.

Quando il sole tramonta più tardi e il giorno trascorre così lentamente io mi sento più vivo; sento che posso fare di più, che posso moltiplicare le mie energie e concentrarle su molte più cose. Sento crescere la mia creatività e trovo ispirazione in una natura sempre più verde e più rigogliosa.

Aprile bussa già alla porta, portando con sé la Santa Pasqua, i pollini, un accenno del profumo di gelsomini e della brezza marina; cosa può esserci di più bello di questa semplicità? Credo niente, per questo mi godrò ogni singolo giorno ed ogni volta che segnerò con una “X” il giorno appena trascorso lo farò con la consapevolezza che domani sarà ancora migliore

cuscino-cover
diy Home Decor

cuscino rimodernato stile boho-diy veloce e facile pillow indie style

DIY cuscino Boho

Ciao a tutti e bentornati o benvenuti sul nostro blog! Ecco di nuovo al nostro appuntamento con i diy semplici e veloci come piacciono a tutti e stavolta trasformeremo un cuscino. Si la nostra missione in questo tutorial sarà quella di mostrarvi come il più anonimo e vecchio cuscino, con piccoli accorgimenti può diventare subito boho.

Vi assicuriamo che anche i più impacciati riusciranno a creare qualcosa di veramente bello che potrà subito cambiare anche l’ aspetto del vostro divano o del vostro letto.

Cominciamo subito allora…

cuscino-01

Materiale

colla a caldo

cuscino

frange

forbici

Material

hot glue

pillow

fringes

scissors

cuscino-00

I suggest you enter old newspapers in the pillow that you will decor

cuscino-02

Taglia quattro strisce uguali di frange e posizionali agli angoli del cuscino

Cut four identical strips of fringes and place them  at the corners of the pillow

cuscino-03

Incolla le frange con la colla  a caldo

Paste the fringes with the hot glue

cuscino-04

Ritaglia altre due frange della stessa lunghezza e incollali come in foto.

Crop other two fringes of the same length and paste them as in the picture.

cuscino-05

taglia ancora due strisce e incollale come vedi

Cut still two strips and paste them as you see

cuscino-06

Altre due strisce uguali incollale sopra in questo modo

Other two identical strips and paste them  in this way

cuscino-07

Infine incolla una striscia lungo tutta la base inferiore del cuscino

Finally paste a strip along the  lower base of the pillow

Anche questa volta, la missione diy è compiuta, perchè su, dovete ammetterlo era veramente facilissimo e la cosa più bella è che il motivo che vi abbiamo proposto era solo di ispirazione; potete creare giochi di frange e colori in base al vostro gusto e all’arredamento della vostra casa. Cosa aspettate correte a rifare il look a tutti i vostri cuscini!

Emanuela e Francesco

marzo-01
emporium Novità

Marzo-aspettando la primavera con il Calendario Boho-scarica gratis March-waiting for spring with boho Calendar-free Download

Marzo…

Non ci credo, eppure siamo già a Marzo. Sembra ieri che pensavo ad alcune situazioni che avrei dovuto affrontare e che mi sembravano impossibili;per mesi mi sono chiesta se ce l’avessi fatta, fossi stata all’ altezza o comunque forte abbastanza da reggere tutto. La verità è che non lo so se sono stata forte ma sicuramente sono in piedi e ce l’ho fatta e adesso eccomi qui di nuovo, pronta per l’ ennesima volta a ricominciare, aprire un nuovo capitolo, riavvolgere il nastro e stravolgere di nuovo la mia vita.

Marzo sarà un mese di cambiamenti, di grandi esperienze e di poco tempo da dedicare ad alcune cose e tanto da dedicarne ad altre.Non riesco ad immaginare come saranno i giorni e le settimane per i prossimi sei mesi,a dirla tutta mi sento anche spaventata e ho la solita paura di non essere all’altezza delle aspettative di chi mi sta dando una grande possibilità.

Ma in questi mesi ho capito una cosa, che la paura è umana e per questo comune a tutti; esistono gli spregiudicati, i menefreghisti, gli impuniti ma no, non esiste nessuno che non abbia paura di qualcosa. La paura è l’emozione più adrenalinica di tutte. Ciò che conta veramente è stare attenti che questa non ci impedisca di dare il meglio di noi, mostrare chi siamo e cosa abbiamo da dire.

Per questo, anche se con il cuore in gola, il battito leggermente più accelerato e qualche farfalla nello stomaco dico…Benvenuto Marzo!

Emanuela

 

Regalo

Come promesso ecco il file di Marzo del calendario Boho.Come sempre puoi scaricarlo e stamparlo in lingua italiana o nella versione inglese

Present for you

 

As promised here is the file of March of  Boho calendar. You can download it and print it in Italian or in English Version

 

Graphic by

Freepick1

Freepick2

disneyland_copertina
Travel

Disneyland Paris – un mondo magico non solo per i più piccoli Alla scoperta del mondo magico di Walt Disney

Disneyland

Questo è un piccolo riassunto della nostra giornata a Disneyland Paris, tra castelli incantati, ambientazioni arabeggianti, pirati ballerini e fatine dispettose.

come arrivare

Dopo una colazione veloce a base di pain au chocolate, appena sfornati da una boulangerie a Saint-Germain, abbiamo raggiunto il parco con la metro. La fermata del parco è Marne-la-Vallée/Chessy e dal quartiere latino si impiega poco meno di un’oretta.

costo biglietto

Il costo del biglietto è di 90 euro per adulto e dà accesso anche ai Walt Disney Studios, ma considerando quanto è grande Disneyland, quante sono le attrazioni e le parate, molto difficilmente riuscirete a vedere bene entrambi i parchi.

I biglietti potete acquistarli direttamente al parco o anche sul sito ufficiale di Disneyland Paris.

dove mangiare

All’ interno ci sono tantissimi luoghi in cui mangiare, anche Mc Donald’s, e sono praticamente tutti a tema. Noi abbiamo scelto “Au Chalet de le marionette,” con menù fissi e alla carta.

 

Beh, adesso non ci resta che lasciarvi a questa nostra coloratissima galleria di foto, così che possiate respirare quell’atmosfera fantastica e magica che regna a Disneyland Paris, dove si riempiono di gioia gli occhi dei più piccoli e non solo.

Buon divertimento!

Disneyland è stata la nostra ultima tappa di questo veloce viaggio a Parigi. Forse qualcuno potrà storcere il naso perchè Parigi ha tantissimi luoghi da visitare. Ogni angolo di questa città è un pezzo di storia, di cultura, di arte. Ogni boulevard di Parigi conserva le anime di artisti, pittori, scrittori, compositori di tutto il mondo e sì, forse ci siamo persi tante cose; eppure, a dir la verità, non rimpiangiamo niente… quando siamo saliti su quell’aereo per tornare in Italia, abbiamo subito pensato a quando saremmo ritornati e a tutto quello che ci sarebbe piaciuto vedere; del resto a Parigi non si dice MAI Addio, ma soltanto ARRIVEDERCI.

Al prossimo racconto di viaggio… Emanuela e Francesco!