Tag / food

street food cover
emporium Kitchen

street food napoletano-ecco cosa devi assolutamente mangiare

Niente ricette healthy, niente di salutare o naturale, oggi vi parliamo di street food, quello napoletano e… no non vi faremo un elenco dei posti più cool o modaioli della città , piuttosto vi parleremo di cibi della tradizione da mangiare esclusivamente per strada e i luoghi storici dove assaggiare la ricetta “original”.

Nello street food napoletano, un classico è sicuramente la pizza a portafoglio, Margherita o marinara; per chi non lo sapesse è la versione mini-size della pizza, piegata in quattro. Il re della pizza a portafoglio a Napoli è sicuramente la storica Friggitoria Fiorenzano nella Pignasecca.

pizza street food

Lo street food più originale è invece la trippa; assolutamente non-light, assolutamente poco sano ma assolutamente da mangiare… con una bella abbondante spruzzata di limone.

street food trippa

Un’altro evergreen dello street food Made in Naples è la “fritturina” che da noi comprende, in primis, zeppole, panzarotti (i nostri crocchè di patate) e frittatine.

I nostri panzarotti preferiti sono quelli della Friggipizza in via Leopardi, a Fuorigrotta, non sono proprio i classici ma a Napoli sono famosissimi.

street food street food

Pausa, fermiamoci a bere! Se avete sete non perdetevi la famosa acquaiola a due passi da Piazza del Plebiscito; granite e spremute sono buonisime e poi la signora è di una simpatia disarmante.

street food acquaiolo

Passeggiata a Mergellina! Che fai, qualcosina qua non te la mangi? Goditi la vista del mare, degli scogli e di Castel dell’Ovo gustando una birra ghiacciata con taralli “‘nzogna e pepe” ( strutto e pepe piccantissimo).

Taralli-napoletani street food

A Napoli puoi mangiare la pizza ovunque e a qualunque ora, ma se parliamo di street food allora non possiamo non suggerirvi la famosa pizza fritta e quella più famosa è sicuramente quella della Masardona.

street food fritta

E per concludere questa carrellata di leccornie super-caloriche un classico: le noccioline dolci. Le classiche noccioline ( da noi, “nocelline americane“) ricoperte di zucchero, da gustare rigorosamente calde, in qualunque momento in cui quel profumo dolce vi inebria.

street food noccioline

Travel

il mare e le spiagge selvagge di Antiparos-giorno 1

Il giorno seguente ci godiamo la nostra bella colazione al ristorante dell’hotel e siamo subito pronti per esplorare nuovamente l’isola ma stavolta cerchiamo il mare. Il problema è che Antiparos è talmente incontaminata che non riusciamo a non fermarci a guardare il panorama da ogni scorcio, da ogni punto alto e più saliamo più vogliamo continuare a salire e trovare il punto perfetto che per pochi secondi ci faccia avere l’impressione di poter afferrare tutta la vastità del mar Egeo.

antiparos
antiparos-mare
antiparos-mare
antiparos-mare

Si è fatta ormai ora di pranzo quindi, dopo ore di trekking sotto al sole ci fermiamo ad una taverna locale vicino alla famosa Agios Georgios per mangiare qualcosa. La taverna ha i tavoli praticamente sul mare e ci sono dei pesci messi lì ad essiccare al sole. Dopo aver assaggiato il tipico polipo essiccato e sgranocchiato dei gamberetti fritti a mo’ di chips cerchiamo una spiaggia e la prima in cui prendiamo un po’ di sole è proprio Agios Georgios. La spiaggia è completamente libera ci sono pochi ombrelloni e qualche lettino per i quali si paga circa 5 euro a persona da una vecchietta seduta all’ombra. Il fondale è trasparente e perfetto per lo snorkeling, è divertentissimo inseguirli con la action cam nonostante l’acqua sia abbastanza fredda. Il mare non è affatto profondo riusciamo a toccare per metri tranquillamente, sarà per questo che la spiaggia è frequentata soprattutto da famiglie.

Il tempo di asciugare i vestiti e siamo di nuovo in scooter per esplorare qualche altra spiaggia e questa volta troviamo quella di cui ci innamoriamo;siamo in realtà poco distanti dal nostro hotel, a nisos e la strada che ci conduce a questa oasi è piuttosto impossibile da fare in motorino, al contrario sarebbe perfetto un quad che tra sassi, terreno e sabbia si destreggerebbe più facilmente. Il nostro piccolo angolo di paradiso è una baia non molto lontana dalla spiaggia esclusivamente dedicata ai nudisti. La spiaggia è piccolissima e la sabbia è intervallata da cespugli incolti. L’acqua è spettacolare, calma, tiepida e verde acqua quasi caraibica; è talmente trasparente che i pesci si riescono a vedere senza maschera. È qui che vogliamo trascorrere l’intero pomeriggio.

Prima del tramonto corriamo al porto per acquistare un gyros e una Mithos che accompagneranno questo spettacolo. Questa volta lo osserviamo da una scogliera poco distante dal famoso camping di Antiparos. Qui il tramonto è pazzesco, il sole è così vicino e i colori che spargono nel cielo si riflettono nell’acqua e sugli scogli.Ma la cosa pazzesca è girarsi e vedere che quando il sole si è ormai spento nel mare, un grandissima luna che sorge timida aldilà delle montagne. Il cielo è praticamente di due colori: da un lato arancione e dall’altro blu… questa é la vera essenza, la vera magia di Antiparos.

.

La sera ci dedichiamo ad esplorare il centro che ci sorprende. Le piccole vie sono zeppe di ristorsntini colorati, bar e negozi di souvenirs. Le boutique hanno tutte un’aria così bohemian e sono molto signorili. É molto piacevole passeggiare tra queste stradine, dove prevale la lingua greca in quanto Antiparos é la metà di vacanze preferita dai greci. Ci sono molti ristoranti italiani è una discreta movida. Niente é lasciato al caso dagli allestimenti e le vetrine dei negozi ai tavolini e la musica dei ristoranti.

.

cucina-creta-cover
Kitchen ricette

Mangiare a Creta-tutto quello che di buono troverai

Mangiare a Creta:

Gusto e tradizione a prezzi piccoli

La cucina cretese, più che altro, comprende i piatti più tipici della tradizione greca, per intenderci quelli più famosi, spesso rivisitati da alcuni ristorantini e taverne ma sempre in linea con i sapori classici; questi comprendono quindi cipolle, cetrioli, aglio, formaggi e spesso spezie. Crediamo che la cucina greca sia una delle più buone e variegate, in quanto comprende sia piatti a base di pesce che quelli a base di carne per cui sarà facile accontentare il palato di tutti. In più mangiare a Creta, così come in tutta la Grecia, è veramente economico non solo per la parte street food ma anche in ristoranti veri e propri. Vediamo quindi questa carrellata di piatti cretesi/greci che abbiamo gustato e che potrete (anzi DOVETE) assaggiare anche voi:

mangiare-suvlaki

Souvlaki

è lo spiedino più famoso della Grecia e raccoglie vari tipi di carne dall’agnello alla salsiccia di maiale. Generalmente è accompagnato dalla nota salsina tzatziki oppure dalla salsa allo yogurt. Immancabili sono le verdurine come pomodori e cetrioli ma anche la cipolla, molto utilizzata nella cucina greca. Noi vi consigliamo di mangiare questo spiedino come spuntino veloce e sostanzioso quando trascorrete l’intera giornata fuori casa, tanto troverete sempre qualcuno sulla strada che li prepara da asporto.

Moussaka

La Moussaka è una delizia per il palato. Si tratta di uno sfornato di melanzane, carne macinata e besciamella ma, a Creta l’abbiamo gustata anche con un bello strato alto di patate all’interno e servita in piccoli contenitori di coccio, Certo mangiare la moussaka non è proprio l’ideale per chi è attento alla linea ma è un piatto unico e per una sera si può cedere a tanta bontà.

mangiare-yogurt

Yogurt

in assoluto la nostra colazione preferita. Non si può andare in Grecia e non assaggiare lo yogurt tipico: cremoso, compatto, molto acido ma altamente versatile, non a caso utilizzato tantissimo nella cucina sia per il dolce che per il salato. Noi preferivamo mangiare lo yogurt con miele, muesli di cerali e frutta secca ma molto buono anche accompagnato solo da frutta fresca.Spesso a Creta vi verrà proposto lo yogurt anche come dessert a fine pasto, servito con il topper che preferite.

mangiare-dolmades

Dolmades

Non lasciatevi assolutamente ingannare dall’aspetto, se non li assaggiate non sapete cosa vi perdete! I dolmades sono involtini di riso e carne macinata avvolti in foglie di vite. Il sapore è fresco e uno tira l’ altro Noi li abbiamo mangiati con una salsa di accompagnamento a base di uova, limone e prezzemolo, una sorta quindi di maionese delicatissima che smorza forse anche un po’ il sapore leggermente acido dell’involtino che ripetiamo è comunque buonissimo anche da solo.

mangiare-insalata greca

Insalata greca

Una vera istituzione a tavola a Creta e in tutta la Grecia.Aperitivo, contorno, spezzafame o stuzzichino per accompagnare la birra, l’insalata greca è sempre presente: comprende verdure di vario tipo come pomodori e cetrioli e nel mezzo del piatto una freschissima fetta di feta, formaggio tipico greco, onnipresente nella loro cucina. Fresca, leggera e sana mangiatela quando vi va.

mangiare-kalamarakia

kalamarakia

Piatto tipico, altro non è che una buona frittura dai calamari freschi, come suggerisce il nome che sono ottimi accompagnati da un buon vino bianco locale e sebbene sia frittura noi vi consigliamo di ordinarla a cena in un bel ristorantino di specialità di mare per godere al meglio del buon sapore del pesce fresco

mangiare-gyros

Gyros

Altro piatto che vi “salverà”  pranzi e cene on the road è il gyro; per Circa tre euro avrete tra le vostre mani una pita farcita con carne simile al kebab. meno speziata però, tzatzikiverdure e cipolle che potrete sostituire con patatine fritte. Non sarà il massimo della leggerezza ma è un piatto completo che scende giù alla perfezione con una birra ghiacciata.

mangiare-raki

Raki

Vi verrà offerto e non potrete assolutamente rifiutarlo. Un alcolico fortissimo, un’ acquavite per la precisione che potrete gustare a fine pasto e per i cretesi è un simbolo di ospitalità e convivialità..non a caso, in compagnia dei cretesi ne berrete anche più di uno, quindi magari evitate la guida dopo

creta-3
Travel

Creta-il viaggio nella culla della civiltà-prima parte

creta-2

Creta

Ricca

Lo ammetto, quella è stata una delle poche volte in cui non sono partita con grande entusiasmo, non conoscevo Creta, non ne sapevo niente; poco pubblicizzata, non troppo in voga tra i miei coetanei, un po’ dimenticata dagli altri travel blogger; eppure così grande, così presente nei nostri libri di storia, una delle culle della civiltà europea. Perchè avevo storto il naso? ancora non lo so ma fatto sta che mi sono ricreduta, ho dovuto…

creta-3

Creta così grande, così variegata. Nell’ aria il profumo delle spezie medio-orientali, la musica che sembra provenire da lontano, nello spazio e nel tempo.Grandi distese di rocce, vigneti, pascoli e poi mare; mare cosi azzurro, così trasparente, freddo, vivo. Tante piccole insenature in cui non senti il caldo della vicina Turchia, il vento ti coccola, ti rinfresca e ti lascia riposare al sole.

creta-4
Agia Pelagia è una baia pittoresca

a  sud-ovest da Heraklion, la capitale di Creta. Così piccola e caratteristica ospita tante famiglie e anche tanti giovani sotto gli ombrelloni in paglia di piccolissimi stabilimenti balneari. Il mare è una piscina naturale, la riva è nettamente separata dallo strapiombo grazie ad una fascia di rocce.  Lì dove il mare diventa più profondo, più blu e più freddo non si può non indossare la maschera per scoprire i veri padroni delle acque di Creta: coloratissimi pesci di tutte le specie, nuotano incuriositi intorno al tuo corpo..uno spettacolo a pochi metri dalla sabbia bianca.

Tutta la spiaggia è costeggiata da ristorantini, di cui il nostro preferito è il coloratissimo “The Home” :noi ci andiamo tutte le mattine, per la vista, per l’ ambiente accogliente e per la colazione a base di yogurt greco condito con muesli, frutta secca e miele ma spesso ci andiamo anche a pranzo o a cena, ci sentiamo veramente a …casa.

creta-agiaPelagia-alba
dieci-cose-da-fare-a creta
creta-agiaPelagia
Heraklion

la capitale, mantiene tutta la sua autenticità in ogni via, sia la mattina che la sera. Il piccolo porto è accogliente e tutti i locali, dal ristorante alla discoteca, conservano sempre un po’ di tradizione greca. I ristorantini servono pesce fresco accompagnato da Ouzo, le strade, a misura di turista, sono delicatamente illuminate e perfette per lunghe passeggiate tranquille anche se si respira sempre aria di festa. Gli edifici storici sono veramente imponenti e maestosi, conservano tutto lo splendore che da sempre caratterizza la Grecia, in ogni epoca, in ogni secolo,dagli albori della civiltà.

Il posto ideale per fare festa, alla maniera cretese è spostarsi ad Hersonissos, quotatissima per la vita notturna e la trasgressione, qui si concentra la gioventù dell’ isola unita a quella proveniente del resto del mondo.

creta-capitale
creta-capitale-2
creta-capitale-3
creta-capitale-4
Una delle spiagge più belle dell’ isola

è sicuramente Elafonissi Beach ed è anche conosciuta come la spiaggia rosa.  L’unica bellezza universale è quella della della natura e questa spiaggia è una delle dimostrazioni di quanto ciò sia vero. Kilometri di coralli che con il tempo si sono letteralmente sbriciolati lasciando una sorta di sabbia rosata continuamente accarezzata da acque trasparenti.

La strada che conduce da Agia Pelagia  a Elafonissi è lunga e oserei dire impervia; non dimenticheremo mai i kilometri di montagna che abbiamo attraversato,le curve a gomito e le salite con il sole di faccia, ma non dimenticheremo mai neanche ogni paesaggio di cui abbiamo potuto godere. Su queste montagne anche la gente sembra diversa, sembra rimasta intrappolata in un tempo di gentilezza, ospitalità e buone maniere che oggi è quasi impossibile trovare. Per questo, non rifiutate l’invito a pranzo di una signora che ha un piccolo locale di prodotti tipici e non meravigliatevi se al ritorno vi aspetterà per bere insieme il fortissimo liquore tipico cretese, Rakì .

creta-elafonissi
creta-elafonissi-2
creta-elafonissi-3
creta-elafonissi-4

la-gaiola-5
Travel

La Gaiola- nel cuore di Napoli e dei napoletani

la-gaiola-2

La Gaiola

(Napoli)

Misteriosa

Se vi trovate a Napoli e volete scoprire un luogo meraviglioso e allo stesso tempo misterioso, non potete perdere per niente al mondo La Gaiola. Si tratta di un isolotto della bella città di Partenope, il quale si fa ammirare in tutto il suo splendore nelle acque cristalline di Posillipo.

Sinceramente non saprei spiegarvi bene l’origine di questo nome particolare, che credo derivi da qualche antica parola dialettale.

la-gaiola-3

A Napoli si usa dire:” abbasc’ a Gaiola“, ovvero giù alla Gaiola perchè effettivamente per vedere l’isolotto c’è un tratto da percorrere a piedi piuttosto lungo e in discesa. Ad un certo punto ci si ritrova in una viuzza abitata, in cui le voci dei padroni della case e alcune musiche riempiono l’ aria delicatamente, sembraquasi di essere in uno di quei film sulla Napoli di un tempo.

la-gaiola-4
la-gaiola-6

Poi dopo ancora qualche scaletta, finalmente, in un piccolo scorcio si intravede il mare e pocche barchette da pesca ormeggiate.

Fermarsi ad ammirare La Gaiola, a cui ci si può avvicinare forse solo grazie a una canoa, vuol dire incantarsi a guardare come i raggi del sole attraversano questo arco naturale e stupirsi di questa acqua che non credevi potesse essere cosi verde e trasparente.

E poi la Gaiola è anche uno dei posti preferiti dai napoletani per la tintarella e qualche tuffo azzardato nel mare cristallino, da scogli anche piuttosto impervi.

la-gaiola-3

Oltre ad essere un luogo panoramico perfetto per qualche scatto esclusivo è anche il luogo ideale per gli sportivi che possono affittare canoe o Kayak e per i più avventurosi i quali troveranno un importante punto informazioni per esclusive escursioni in mare.

Per tutte le informazioni potete dare un’occhiata qui:

la-gaiola-5

Procida-Napoli-38
Travel

Intima Procida- week-end alla scoperta di tutti i colori dell’isola

Procida-Napoli-5

PROCIDA

Intima

 

Meno conosciuta di Ischia e Capri, la piccola Procida è un gioiellino a circa un’ora di nave da Napoli. Nel porto, ad accoglierci ci sono i tutti i colori pastello che caratterizzano le casette dell’isola oltre alle piccole barchette di pescatori, che sembrano ormeggiate lì apposta per essere fotografate da qualunque prospettiva.

Procida-Napoli-4

Quest è stata la mia prima volta a Procida ma avevo desiderato tanto visitarla.La immaginavo come il luogo ideale per rilassarsi ed in effetti lo è; il turismo di Procida è molto diverso dalla movida che si incontra a Ischia e il glamour-chic di Capri. Si tratta di un’isola adatta a lunghe passeggiate a piedi, cene romantiche a base di buon pesce fresco, in riva al mare e spiagge un po’ selvagge spesso da raggiungere dopo aver sceso 200 e più scalini.

Procida-Napoli-14
Procida-Napoli-15

Noi abbiamo affittato un motorino per i tre giorni in cui abbiamo soggiornato sull’ isola, che è così piccola che con lo scooter o con l’ auto si visita in una giornata. Eppure ogni angolo, ogni scorcio di Procida è una scoperta continua, un paesaggio da immortalare, un tripudio di colori che illuminati dal sole diventano ancora più sgargianti.

Uno dei luoghi più caratteristici è sicuramente Corricella il cui nome in latino significa “bella contrada” ( Non a caso Procida è divisa in 9 contrade) ed è un tipo borgo di pescatori a cui si accede solo attraverso una gradinata. Questa zona è bella sia di giorno che di sera; di giorno per i colori pastello delle case e di sera per le banchina illuminata dalla luce delle candele sui tavoli dei ristoranti.

Noi siamo stati  a pranzo in un posto celebre quale la Locanda del postino.
In questa locanda, in cui potrete gustare ottimi piatti di mare, l’indimenticabile Massimo Troisi, girò il suo più celebre capolavoro: il Postino

Procida-Napoli-16
Procida-Napoli-17
Procida-Napoli-18
Procida-Napoli-19
Procida-Napoli-20
Procida-Napoli-21
Procida-Napoli-22
Procida-Napoli-28
Procida-Napoli-29

Altro ristorante carino in zona, in cui siamo stati a cena è La Gorgonia. Pesce fresco, Tavoli proprio sulla banchina, candele e ambiente intimo e riservato.

Procida-Napoli-23
Procida-Napoli-24

Altra meta che ci ha colpito molto, sulla parte opposta dell’isola, è stato l’ isolotto di Vivara, un’oasi protetta raggiungibile attraversando un lungo ponte sospeso sul mare che è veramente cristallino. Proprio a Vivara si può godere di tramonti spettacolari anche se la zona è sempre un po’ più ventilata a quanto pare

Procida-Vivara-Napoli
Procida-Napoli-27

Il centro storico di Procida, la meravigliosa Terra murata, è un altro luogo caratteristico da cui si può godere di un panorama mozzafiato e respirare la genuinità di questa terra in cui la gente ha sempre un sorriso spontaneo e cortese, tutti sono pronti ad aiutarti perchè tu possa visitare al meglio l’isola, ognuno a un posto segreto o speciale che ” devi assolutamente visitare”. Anche se sono le 22:30 nessun ristoratore ti lascia alla porta, anzi ti consiglia cosa mangiare e l’indomani dove andare in spiaggia o a fare un aperitivo, come è succeso a noi con i gentilissimi proprietari del ristorante Sent Co

Procida-Napoli-24
Procida-Napoli-25
Procida-Napoli-26
Procida-Napoli-27
Procida-Napoli-30

Vivere questa Full Immersion di tre giorni a Procida è stata una meravigliosa esperienza e fa veramente riflettere su come posti così piccoli e vicino a noi, nella nostra meravigliosa Penisola, possano rimanere così indelebili. Delle mattine mi sveglio con la voglia di affacciarmi dal terrazzo del nostro splendido B&B Il Comandante e vedere quel mare risplendere.

Procida-Napoli-38
Procida-Napoli-36
Procida-Napoli-37

Bere un buon caffè della Moka e guardare le piccole barche che lentamente si allontanano dal porto, mangiare una delle tipiche brioche e guardare le case colorate, così piene di vita, di storia e tradizioni.Camminare tra fiori colorati e passeggiare sulle spiaggette così intime e raccolte. Ecco questo è l’ aggettivo per Procida:Intima.

Procida-Napoli-34
Procida-Napoli-33
Procida-Napoli-35

calendario-maggio
Novità

Maggio Calendario Boho;Maggio. Mese di cambiamenti..

Sembra ieri che scrissi un post all’inizio del mese di marzo, in cui raccontavo che le cose sarebbero cambiate e la paura che avevo per questi cambiamenti e allo stesso modo l’entusiasmo.Ebbene oggi siamo a maggio e le cose sono veramente cambiate. Ho preso decisioni che determineranno il mio futuro, mi sono aperta a nuove esperienze, facendo ciò che per me è più difficile…lasciarmi andare.

Maggio è il mese in cui compirò 28 anni e quando arrivano sai gia che ormai sei più vicina ai 30 e sempre più lontana dai 20; Eppure io non riesco ancora ad essere completamente schiava di quel meccanismo per cui, arrivati a questo punto della vita tu debba pensare a una casa, un matrimonio ed eventuali figli.A 28 anni penso che invece ho ancora troppi viaggi da fare, che non so ancora se vorrò fare il mio lavoro per tutta la vita o se magari mollo tutto e vediamo quello che viene..

Maggio per me è sempre stato un periodo di pensieri e riflessioni, Maggio è quel periodo che profuma di rose, che profuma delle prime giornate al mare e dei week end al lago, è il mese dello “sforzo finale” perchè poi arriverà finalmente l’ estate e io d’ estate mi sento piena dienergie e voglia d fare. Maggio è il mese dei progetti per le vacanze estive, per i viaggi , per gli abiti eleganti di comunioni e matrimoni, del sole preso nel parco e dei primi gelati.

A voi cosa ricorda Maggio? ci sono odori, rumori, sapori che vi legano a questo mese in particolare?

Per favore fatemelo sapere nei commenti e nel frattempo scaricate il nuovo numero di maggio del calendsario Boho in versione Italiana o Inglese.

A presto, buon inizio del mese a tutti…

Fashion

Coachella Festival 2017…quali saranno i nuovi trend?

Coachella festival

Tutti i trend del 2017

le Trecce alla francese (Kim Kardashian Style)

coachella-trecce

Source: https://it.pinterest.com/pin/91831279882798975/

Frange

coachella-frange

Source:http://www.cosmopolitan.com/style-beauty/fashion/g9517871/coachella-fashion-trends-2017/

Lunghi cardigan velati

coachella-cardigan

Source:https://it.pinterest.com/pin/AQWEayqUTlLk8BFMDvEeG_RvRB6aesEhEIyRazhuaCTgcGLkfB4LJAE/

glitter e strass effetto sirena

coachella-glitter-sirena

Source:https://it.pinterest.com/pin/AQ7_GqkOExVD0rssWnn_oxs99uWhoENxq_tomjBEKLFGTXxmAbkqMJA/

Tutine corte

coachella-tutina-corta

Source: https://it.pinterest.com/pin/AbiUZEuPYdPLeyXp3xpWml6io0ZBZCtHaeYXJ0VxIPYlXpLtiJeldD4/

Face Tattoo

coachella-face-tattoo

Source:https://it.pinterest.com/pin/363243526181500776/

Queste sono le tendenze selezionate per voi direttamente da questo fantastico festival, scovate su pinterest, Instagram e Facebook. E voi siete pronte per sfoggiare questi look in vista della bella stagione, sognando la California e Coachella 2018?

trovate tutte le info e le foto del festival sul sito ufficiale :https://www.coachella.com/

Emanuela

collana-boho-cover
diy Fashion

collana boho -diy- trend primavera estate 2017

la collana facile facile..

Ciao a tutti bentornati o benvenuti sul nostro blog! Anche questa volta un diy fashion semplicissimo e quando dico semplicissimo è davvero cosi…oggi infatti realizziamo una collana boho, dark o come volete definirla voi che io adoro e non potevo non avere ma ammetto che mi nei negozi non è molto facile da trovare, oforse non riesco a trovarla esattamente come dico io.

Dato che questa collana è molto particolare ma allo stesso tempo semplicissima ho pensato che potevo realizzarla da me, bastava solo un po’ di ingegno e dopo varie prove ho trovato la soluzione più semplice ed economica.

Gli anellini che ho usato io potete sostituirli con qualunque altra perlina o charms per gioielli come quelle che potete trovare su Amazon.

Cominciamo subito…

collana-04

Materiali

due lacci per scarpe

otto anellini per bijoux

Materials

two laces shoes

eight rings for Bijoux

 

collana-02

Uniamo i due lacci con un nodo molto stretto

Join the two laces with a node very close

collana-03

Inseriamo i primi quattro anellini e chiudiamo con un nodo

Insert the first four rings and  close with a node

collana-03

Inseriamo altri quattro anellini alla seconda estremità e fissiamo con un nodo

Insert the other four rings at the second end and fix with a node

Ok tre semplici passaggi per una collana particolarissima, il risultato è davvero molto carino e vedrete che indossata non sembrerà neanche una collana” fatta in casa” con due semplici materiali.

Divertitevi a realizzarla e a cercare mille idee per personalizzarla.

Ci vediamo qui, prestissimo.

Francesco e Emanuela

calendario Aprile
emporium

Primavera in Aprile – Calendario BOHO-aprile 2017 Le giornate più lunghe, il sole sempre più caldo, il profumo dei fiori che tornano a colorare ogni paesaggio.

Aprile…

Finalmente è arrivata la Primavera. Le giornate più lunghe, il sole sempre più caldo, il profumo dei fiori che tornano a colorare ogni paesaggio.

Quando il sole tramonta più tardi e il giorno trascorre così lentamente io mi sento più vivo; sento che posso fare di più, che posso moltiplicare le mie energie e concentrarle su molte più cose. Sento crescere la mia creatività e trovo ispirazione in una natura sempre più verde e più rigogliosa.

Aprile bussa già alla porta, portando con sé la Santa Pasqua, i pollini, un accenno del profumo di gelsomini e della brezza marina; cosa può esserci di più bello di questa semplicità? Credo niente, per questo mi godrò ogni singolo giorno ed ogni volta che segnerò con una “X” il giorno appena trascorso lo farò con la consapevolezza che domani sarà ancora migliore