Category / recensioni ristoranti

ristorante-all'ombra del barocco-lecce2
recensioni ristoranti

ristorante All’ombra del Barocco Lecce- recensione

Oltre al ristorante Boccon Divino, un altro ristorante che abbiamo particolarmente apprezzato è stato il ristorante All’ombra del Barocco, nel cuore del centro storico, di fianco alla maestosa piazza di Sant’Irene.

Impossibile non notare questo ristorantino: i tavoli illuminati da lanterne si trovano in piccolo cortile su cui si affacciamo gli splendidi balconi di un palazzo del 600.

Il ristorante All’ombra del Barocco è parte di Librerrima, libreria indipendente nata nel 1993 all’ interno del bellissimo palazzo seicentesco ed è per questo che lo troverete aperto non solo a cena ma anche a pranzo e a colazione.

I prezzi esposti fuori dal ristorante sono invitanti e c’è la possibilità di scegliere dei menù di degustazione che sono un vero e proprio viaggio eno-gastronomico nel Salento. Ci accomodiamo decisi di voler assaggiare ancora una volta qualcosa di tipico; per prima cosa dividiamo un antipasto con prodotti tipici del Salento: burrata, capocollo di Martina-Franca, melanzane e cipolline in agrodolce, fagiolini con cacioricotta…

Il primo questa volta è uguale per entrambi. Non possiamo lasciare questa terra senza assaggiare ciceri e tria, una pasta con ceci e pasta fritta: un piatto ottimo,  tantissimi ceci e porzione molto abbondante. Questo piatto tipico insieme all’antipasto di eccellenze Salentine ci ha subito saziati e decidiamo di fermarci qui con la cena. Il prezzo, compreso di bevande è stato all’incirca di 35 euro.

ristorante-all'ombra del barocco-lecce2

ristorante-all'ombra del barocco-lecce

ristorante-all'ombra del barocco-tria e ceci-lecce2

Il personale è stato sempre gentile e attento per tutta la serata e anche molto veloce nella consegna dei piatti, considerando che il le cucine sono all’interno del palazzo e noi cenavamo all’esterno. In più è comunque piacevole cenare in un atmosfera così easy-chic e rilassata, circondati dalla tanta bellezza del centro storico di Lecce.

Consigliamo il ristorante All’ombra del Barocco  non solo alle coppie ma anche alle famiglie, sarà una serata indimenticabile che vi farà amare ancor di più questa splendida città.

Vuoi leggere altre recensioni e scoprire tutti i piatti che abbiamo assaggiato durante i nostri viaggi? CLICCA QUI

Sei un ristorante, un hotel o un B&B? Hai bisogno di pubblicità o ti piacerebbe ospitarci per far conoscere la tua struttura? Scarica il nostro Mediakit e CONTATTACI per parlarne insieme!

Non perdere i nostri articoli sulla Puglia:

ristorante-boccon divino-lecce2
recensioni ristoranti

ristorante Boccon divino Lecce-recensione ristorante a Lecce

 

Parliamoci chiaro, quando si tratta di mangiare a Lecce (ma in generale in tutta la Puglia) c’è l’imbarazzo della scelta. La cucina pugliese è ricca, buonissima e i ristoranti tradizionali non sono mai troppo costosi. Noi nel centro storico di Lecce ne abbiamo trovato uno veramente carino e molto economico, il ristorante Boccon Divino, del signor Gianfranco.

Perché ci siamo fermati proprio qui? per cominciare il ristorantino è delizioso: un ristorante all’italiana con tavoli e sedie direttamente sulla strada,bottiglie colorate e lucine. Guardando il menu e abbiamo notato la grande quantità di piatti Salentini a prezzi molto convenienti oltre che la possibilità di scegliere un menù turistico a 15 euro.

ristorante-boccon divino-lecce2Il menu turistico proposto da Boccon Divino prevede un primo e un secondo a scelta tra una serie di piatti tipici proposti, un modo economico di assaggiare la ricca gustosa cucina salentina. Assaggiamo infatti le Sogne ‘ncannulate al pomodoro con cacioricotta piccante e una pasta e fagioli con cozze che viene servita in un tegamino sfiziosissimo.

Le porzioni sono belle abbondanti ma soprattutto cucinate ad arte, veramente da leccarsi i baffi. Buonissime le sogne, una pasta molto lunga e leggermente girata su stessa, adatta a trattenere il sugo. Anche la cacioricotta è buonissima, non molto piccante per noi che siamo abituati a sapori molto più forti, ma ha un sapore e un odore veramente deciso.

Obbligatori per secondo sono i pezzettini di carne di cavallo,preparati con la tipica ricetta salentina e accompagnati da un piatto di insalata verde. A fine pasto concedetevi anche un bel caffè leccese, un caffè freddo e diluito con latte di mandorla, gustosissimo!

ristorante-boccon divino-lecce-sagne 'ncannulate

ristorante-boccon divino-lecce-pezzetti di cavallo 4Lo staff del Boccon Divino  gentile e paziente, non perde la calma nonostante il locale sia veramente affollato e la serata caldissima. I ragazzi del servizio non si dimenticano mai di nessuna richiesta e sono molto veloci.

Inutile dire che ad averci stregato sono il signor Gianfranco e sua moglie, con cui abbiamo il piacere di chiacchierare a fine serata con un buon amaro Salento, gentilmente offertoci.

La coppia è tenera e affiatata, sono due persone che hanno viaggiato tantissimo e hanno tante ma tante cose da raccontare, in più ci danno un mare di consigli su cosa fare, cosa vedere e dove andare per goderci il week end nel migliore dei modi.

mangiare a ibiza-ristorante el pirata
recensioni ristoranti

El pirata-Il miglior ristorante italiano a Ibiza

Quando siamo arrivati ad Ibiza eravamo un po’ spaesati e non avevamo assolutamente idea di quale posto scegliere per cenare. Avevamo letto di ristoranti nominati ma alcuni ci avevano deluso e spesso si erano rivelati anche piuttosto costosi, in settimana con quei ritmi economici sarebbe stata insostenibile. Cercavamo il nostro migliore ristorante ad Ibiza e quando pensavamo che forse ci saremmo dovuti accontentare di McDonald abbiamo scoperto il ristorante El pirata.

Perché lo abbiamo definito per noi il migliore ristorante di Ibiza? Prima cosa il ristorante è al porto di Ibiza e ha prezzo piuttosto competitivi. Si tratta di un ristorante italiano ma non è il solo della zona, tuttavia i prezzi sono inferiori e molte delle pietanze sono homemade e non preconfezionate.

Il personale è giovane, simpatico e veloce. Speriamo possiate avere l’onore di conoscere la fantastica Rosaria e il simpaticissimo Mauro ma tutti i ragazzi sono veramente un gran team e lavorano senza sosta è sempre con il sorriso.

Il ristorante El pirata vi da la possibilità di cenare fini alle tre di notte, ideale quindi dopo aver trascorso il pomeriggio ad una delle feste dell’Ushuaia. All’interno potete anche acquistare i biglietti per le serate e gli eventi oltre che le sigarette.

Antipasti, vasta scelta di primi, secondi di carne o di pesce, il menu del ristorante El pirata è molto vario ma un particolare plauso va all’entrecôte tenerissima e alle cotolette ( vere cotolette all’italiana!) e se non disdegnate un po’ di vino durante i pasti anche la selezione di bottiglie vi stupirà per sapori e per prezzi.

mangiare a ibiza-9-ristorante italiano el piarat carpaccio

mangiare a ibiza-ristorante el pirata

Lo consigliamo praticamente a tutti:coppie, famiglie e comitive di ragazzi perché troverete pizza e altre prelibatezze ottime a prezzi fantastici, un ambiente informale e cortese, perfetto per il pranzo e per la cena ma anche per una semplice birra in compagnia.

Trovate il ristorante El pirata, secondo noi uno dei migliori ristoranti di Ibiza Calle De Cipriano Garijo, 3-18

Scopri anche le migliori spiagge di Ibiza a nord-est

 

FORMENTERA can carlos
recensioni ristoranti Travel

Ristorante italiano Can Carlos a Formentera

A Formentera abbiamo cenato in uno dei ristoranti più famosi dell’isola:il ristorante Can Carlos, ristorante di fascia alta noto per l’ambiente suggestivo, la cucina superiore e un concept di raffinatezza, esclusività e accoglienza firmate dall’imprenditore bresciano Francesco Manzoni.

FORMENTERA can carlos

Il ristorante Can Carlos si trova a Cala Saona, sulle ceneri di un vecchio ristorante che l’imprenditore nostrano trovò abbandonato nel 2000.Un luogo non troppo in vista, il che gli conferisce un ulteriore senso di esclusività e riservatezza.

Il giardino del Can Carlos,in cui abbiamo cenato, era veramente bellissimo, impossibile non rimanere a bocca aperta: candele e lucine, fiori colorati, tavoli di legno e un piccolo privè dalle luci soffuse.

formentera 1-16-can carlos

formentera 1-15-can carlos

formentera 1-14-can carlos

Parte della cucina è a vista.Il prosciutto di altissima qualità è tagliato davanti agli occhi di tutti.

I camerieri sono attenti e gentili, il servizio è veramente di una qualità elevata. Il cliente è al centro dell’attenzione di tutto il personale il quale si preoccupa costantemente che tutto sia perfetto.

Ottime le pietanze, anche quelle più semplici sono saporitissime. Abbiamo apprezzato soprattutto il tiramisù scomposto che è una gioia per il palato, una vesta di sapori perfettamente in armonia tra loro e tutti di ottima qualità.

Anche la scelta dei vini è piuttosto ampia, molti sono orgogli italiani ma buonissimo anche il bianco leggermente frizzante servito come aperitivo di benvenuto.

Il conto potrebbe risultare eccessivo solo se non si considera il livello delle portate e del servizio.

mangiare a ibiza-13-ristorante can carlos formentera

mangiare a ibiza-14-can carlos-formenter

Consigliamo almeno una serata al ristorante can Carlos di Formentera soprattutto per una coppia che vuole godersi una cena romantica nell’isola più cool delle Baleari.

recensioni ristoranti

Sal de Riso e la sua prestigiosa pasticceria sulla costa d’Amalfi

La pasticceria di Sal de Riso a Maiori é sicuramente una delle nostre tappe obbligatorie quando siamo in costiera. Ci piace tantissimo andarci anche in inverno, quando Maiori, vuota turisti, mostra un volto diverso, meno glamour di quello estivo ma ugualmente delicato e caratteristico.

La pasticceria del famoso pasticciere dell’anno 2010-2011 si trova sul lungomare di Maiori, a pochi passi da un parcheggio comunale a pagamento.

Noi amiamo sederci nel gazebo pieno di tavolini e sedie bianche. É quasi impossibile trovare vuota la pasticceria ma un posto si trova sempre. L’interno invece é in perfetto stile amalfitano, con maioliche azzurre sul pavimento e grossi limoni appoggiati qua e là come colorate decorazioni.

All’ingresso ci sono deliziosi vasetti di creme varie oltre che dolci e biscotti in scatola da portare a casa, molto apprezzati soprattutto dai turisti. Protagonista indiscusso della pasticceria é il lunghissimo banco delle torte: una vetrina di fette di colore predisposte in maniera tale da creare una graduale sfumatura di nuances:dal giallo delicato della mousse al limone all’intenso marrone dell’appetitosa foresta nera.

Altra esplosione di colore é l’angolo dei gelati artigianali, teneri, delicati ed eleganti sono invece i cioccolatini.


Le prime torte che abbiamo assaggiato, sono le più famose di Sal de Riso: ricotta e pere e delizia al limone.

 

Molto buone anche le cheesecake ma ultimamente i nostri amori sono: la mousse al limone della Costiera e il babamisù.

Una fetta di torta al tavolino costa circa 7 euro, in pochi minuti vi viene servita con decorazioni che la trasformano subito in un’opera d’arte senza alterarne il sapore.

La pasticceria di Sal de Riso ormai per noi è un tappa fissa, non sappiamo perché di preciso, forse saranno i dolci così buoni, per l’ambiente così rilassato o per i colori o per tutte queste cose insieme che bene riassumono l’eleganza, la spensieratezza e lo charme di questa costa baciata dal sole, dalla natura e dal mare, una delle coste più belle del mondo.

<iframe src=”https://www.google.com/maps/embed?pb=!1m18!1m12!1m3!1d3027.109010038417!2d14.624907015403071!3d40.64952737933877!2m3!1f0!2f0!3f0!3m2!1i1024!2i768!4f13.1!3m3!1m2!1s0x133b9572c6336f63%3A0x815a42e612b97356!2sPasticceria+Sal+De+Riso!5e0!3m2!1sit!2sit!4v1527020579628″ width=”600″ height=”450″ frameborder=”0″ style=”border:0″ allowfullscreen></iframe>

recensioni ristoranti

Agriturismo Fontana Madonna Frigento- Recensione Ristoranti

Se volete godervi una bella domenica prima del rientro al solito tran tran urbano, allora vi consigliamo l’ agriturismo Fontana Madonna a Frigento, in provincia di Avellino, circa 90 km da Napoli.

Abbiamo scoperto l’ agriturismo Fontana  Madonna cercando sul sito www.agriturismo.it per puro caso, una domenica mattina, una di quelle domeniche in cui ci sta proprio una bella giornata immersi nel verde per mangiare qualcosa di saporito e genuino. Ci mettiamo in cammino sulla A16/E842, usciti a Grottaminarda dopo circa 7 km iniziamo la salita verso questo promontorio; attraversiamo immensi campi verdi, dove coraggiosi anziani non si lasciano intimorire dal sole cocente di una domenica caldissima, e sono li a curare le loro terre, che presto saranno pronte per il raccolto. Saliamo per circa 5 km, dopo essere rimasti estasiati dai meravigliosi paesaggi che offre l’Irpinia, ed eccoci arrivati all’agriturismo.

Il locale è pieno di gente allegra e festosa; vi sono dei nonni seduti al tavolo felicissimi della giornata che stanno trascorrendo con i propri figli e gli adorati nipoti.In sala si festeggiano ben 2 ricorrenze, un battessimo e una comunione.

Ad accoglierci è il proprietario, Antonello, una persona molto simpatica e dall’aspetto molto hipster, che con gentilezza ci guida al nostro tavolo prenotato, (vi consigliamo vivamente di prenotare, altrimenti vi toccherà attendere che si liberi un posto).

Una volta accomodati, Antonello ci parla orgoglioso della sua azienda; si perché la loro è un’azienda che produce la maggior parte delle cose che cucinano a KM0, ed in minima parte si affidano a produttori locali. Antonello ci illustra il menù del giorno, parlandoci di un concept alimentare curato nei minimi dettagli dalla Chef, Imma, sua moglie. Così decisi ci affidiamo ai suoi consigli.

Si parte! Iniziamo col prendere una bella bottiglia di vino rosso, “Lignorante”, prodotto dalla viticolture della casa, per brindare all’inizio di una domenica all’insegna del divertimento e del buon cibo poi comincia un ricco antipasto per 2 persone, costituito da: uovo su purea di patate, tortino di broccoli, crocchetta di patate su crema di fave, misto di salumi locali, zeppoline di alghe, triangolo di polenta su letto di formaggio fuso, involtini di verza e polpettone di ricotta fresca.

Nell’attesa dei primi rimaniamo estasiati dall’arrivo al tavolo di fronte a noi, di una deliziosa e sicuramente saporita bistecca di carne su pietra lavica,cotta al momento e gustata calda calda dagli ospiti.

Dopo aver scambiato una piacevole chiacchierata con Antonello riguardo a tutte le manifestazioni organizzate dalla municipalità locale e le promozioni delle Eccellenze del territorio, ci vengono serviti i Primi piatti: per Emanuela uno squisito piatto dicavatelli zucca e funghi, mentre invece, per me un delizioso piatto di cavatelli con salsiccia e aglianico….

La pasta è fatta in casa ed è una vera e propria festa di colori e profumi. I piatti sono abbondanti dell‘Agriturismo Fontana Madonna , per questo non riusciamo ad ordinare anche noi la carne squisita che avevamo visto ma non rinunciamo ad un dolce. Scegliamo un dolce al cucchiaio al caffè servito in un simpatico barattolo.

Alla fine della giornata paghiamo il nostro conto: 37€ per persona pranzo completo, cifra piuttosto adeguata alla prelibatezza dei cibi proposti da questo agriturismo che potremmo definire Gourmet.

Vi consigliamo l’agriturismo Fontana Madonna se volete gustare qualcosa di unico che non troverete in un qualsiasi agriturismo, senza rinunciare a gusto e genuinità. Ancora ve lo consigliamo se avete dei bambini perché c’è talmente tanto spazio verde che potranno trascorrere tutta la giornata in libertà e spensieratezza, se avete una ricorrenza a volete festeggiare con la vostra famiglia in un luogo accogliente.

recensioni ristoranti Uncategorized

Cantina Belvedere, ristorante a castellabate-recensioni ristoranti

A Castellabate, se volete trascorrere una serata romantica con una vista stupenda sul panorama della città godendovi un buon bicchiere di vino e ottime pietanze di pesce allora abbiamo scoperto il posto adatto a voi. In questa recensione vi parliamo di uno dei ristoranti più rinomati ( ragion veduta) della città La Cantina Belvedere.

Il ristorante ci è stato consigliato da Lello, proprietario delle Residenze Tamar, in cui alloggiamo. Il ristorante è molto bello, affacciato sul mare. Ci sono tavoli anche all’esterno, illuminati da lucine delicate…peccato che faccia ancora troppo fresco per poterci godere la cena qui fuori. La sala interna è comunque bellissima, con luci soffuse e tavolini intimi.

Il punto forte della Cantina Belvedere sono ovviamente i vini, c’è una scelta vastissima sia per gusto, sia per localizzazione geografica che per prezzo.Alla fine scegliamo un classico, un Aglianico Cilentano Igp. Il menu presenta vari piatti, non molti, ma tutti molto particolari tanto da sentirci in difficoltà nella scelta: ci stuzzica l’abbinamento degli ingredienti oltre che le stesse materie prime proposte come le uova di riccio.

Prima della cena, lo chef ci offre un piccolo bignè ripieno di mousse al salmone e ricoperto da una leggera polvere di spinaci e un cestino di vari panini aromatizzati.

Dividiamo il nostro antipasto di pesce che comprende piccoli assaggi di pesce  veramente deliziosi: Salmone marinato al gin tonic con purè al lime, polpo arrostito con cubetto di riso e granchio, gamberone in tempura su alga, tonno rosso ai due sesami con roll di riso venere e cipolla rossa, tartare di gamberi rossi allo zenzero. Dei gusti particolari, sapientemente abbinati.

Per Primo Francesco sceglie un risotto di mare delicato mente io un piatto strong: linguine del pastificio dei Campi, con pesto al pistacchio,pomodorini, alici del Cilento, formaggio di capra…un gusto giusto, ottimo, direi indimenticabile.

Come secondo ci dividiamo una pulitissima frittura di gamberi e calamari..ottima!

Ci concediamo anche un dolce entrambi: per Francesco un tris di cioccolato (fondente, bianco e al latte) mentre per me una Cheese cake allo yogurt di bufala e frutti di bosco, entrambi adagiati su una base di muesli e frutta secca. Ne rimaniamo estasiati, una delizia per gli occhi e del palato.

Il personale è gentile e preparato, ci spiega con precisione ogni piatto servito, le ragazze sono anche molto simpatiche e sorridenti.L’ambiente è easy-chic: luci basse, musica soft, tavoli apparecchiati modo basic ma elegante.

Il costo della nostra cena è stato di circa 90 euro, una cifra piuttosto giusta considerando la qualità degli ingredienti di questi piatti, le cui porzioni sono più abbondanti della classica cucina gourmet e la buona qualità del vino.

cotta394 matera menu
recensioni ristoranti

Cotta39- gastropub a Matera-recensione ristoranti

Se volete godervi una bella serata in compagnia a Matera, siete amanti della birra e vi piacciono dei posti un po’ particolari non possiamo non consigliarvi il pub Cotta39. Si tratta, più che di un pub, di una birreria o meglio un gastropub che ci  è piaciuta tantissimo. Noi eravamo 4 amici e siamo stati al Cotta39 di domenica sera. L’ambiente di questa birreria è molto particolare, sempre in linea con le costruzioni tipiche dei Sassi di Matera; scavata nel tufo, calda e accogliente. Si tratta di un ambiente molto giovanile, le pareti in tufo sono bianche e all’interno ci sono i tipici tavoli in legno da birreria.

Cotta39 ha vastissima scelta di birre artigianali, di cui quella che ci ha conquistato è una birra bianca belga, Blanche de Bruxelles: frizzante e fruttata è perfetta se servita ghiacciata e per accompagnare uno dei panini di questa birreria.

cotta392 birra

A proposito di panino, non perdete quello con il pane ai cerali che è davvero ottimo ma soprattutto aprite le danze con una Bruschetta Pomodoro Mozzarella E Crudo Lucano che vi lascerà senza fiato. Ogni panino è accompagnato da una porzione di patatine fritte.

cotta393 birra e patatine

Oltre ai panini potete gustare anche primi e secondi di altissima qualità che spesso comprendono prodotti tipici.

cotta391 matera panino

Le birre sono divise per “colore”sul simpatico menù in sughero in cui potete trovare anche delle fantastiche “schede tecniche” circa la temperatura ideale per servire ogni birra, le interazioni della birra con il cibo o i bicchieri adatti ad ogni tipologia di birra.

cotta394 matera menu

Cotta39 è veramente un posto easy-chic, un ambiente rilassato e adatto anche agli amanti della buona musica che spesso viene eseguita dal vivo.

Il personale poi oltre che gentile e simpatico, è molto preparato: i ragazzi conoscono bene ogni birra e sanno sempre cosa consigliare anche a chi magari non se ne intende o non beve moltissimo (come me!).

Potete trovare tante informazioni e foto non solo su TRIPADVISOR ma anche sul loro sito ufficiale.

Unica nota negativa della serata forse è stato il tavolo, posizionato nella “nicchia” in cui fa veramente un caldo insopportabile. 

Quindi noi vi consigliamo questo gastropub se siete ragazzi, amate i locali tranquilli, d’atmosfera ma informali, la birra artigianale e quel pizzico di confusione che a volte non guasta. 
 

trullo dei spori recensione orecchiette alle rape
recensioni ristoranti

trullo dei sapori- recensione ristorante Alberobello

La serata trascorsa ad Alberobello, pur avendo a disposizione una bella cucina nel nostro trullo, abbiamo deciso di uscire a mangiare qualcosa di tipicamente pugliese che non fosse però per noi troppo dispendioso. Senza allontanarci troppo dal trullo Sovrano quindi, abbiamo trovato il ristorante il Trullo dei Sapori e quindi vi raccontiamo la nostra esperienza

L’ambiente è molto rustico, all’ingresso c’è una grande decorazione con zucche,funghi e tanti piccoli dettagli che ricordano le origini contadine del paese. Dopo la porta scorrevole una grande sala in tufo e tanti altre decorazioni rustiche o che richiamano gli elementi caratteristici dei trulli come la scala a pioli.

trullo dei sapori recensione
trullo dei sapori recensione 3
trullo dei sapori recensione 2

Abbiamo deciso di mangiare qualcosa di tipico e quindi che orecchiette alle cime di rapa siano. L’altra cameriera del trullo dei sapori, sempre molto gentile ci serve le orecchiette per cui abbiamo aspettato veramente pochissimo e ci spiega che in realtà la ricetta tipica VIETA l’uso del parmigiano e permette solo del pane fritto o del peperoncino.

Le orecchiette sono buonissime oltre che abbondanti e l’aggiunta del pane fritto è veramente una golosità unica. Le rape sono bollite alla perfezione e molto saporite…veramente ottime.

trullo dei spori recensione orecchiette alle rape

Per il secondo ci orientiamo sulla carne, nonostante il menù cntempli anche dei piatti di pesce che non sembrano male. Prendiamo una grigliata di carne mista in due. Facciamo bene perchè il piatto è abbondante (soprattutto dopo aver mangiato una bella porzione di orecchiette). La carne è ben cotta, nè troppo poco nè troppo. Accompagniamo la  delle ottime patate al forno che ci vengono servite in un simpatico contenitore di terracotta.

trullo dei sapori recensione grigliata
trullo dei sapori recensione patate al forno

La cena, quasi terminata, è stata accompagnata da un quarto di vino rosso, abbastanza buono e dal gusto deciso che si sposava perfettamente con i piatti scelti.

Eppure lo chef del trullo dei sapori, ha preparato un tiramisù fresco. Io non amo i dolci, ma a dir la verità al tiramisù non resisto, così ordiniamo una porzione da gustare insieme. il tiramisù è veramente buono, fresco e saporitissimo, siamo contentissimi di esserci lasciati convincere dalle due cameriere che alla fine insistono anche per offrirci un amaro.

trullo dei sapori recensione tiramisu

Il prezzo per questa cena è stato all’incirca di 50 euro totali comprese bevande, coperto e servizio. Da alcune recensioni su TripAdvisor, molti ospiti avevano definito il tullo dei sapori, un ristorante turistico. In realtà noi lo abbiamo trovato ottimo per assaggiare qualche piatto tipico e gustare qualcosa di buono senza spendere un patrimonio, come spesso accade nei luoghi turistici.

SAXIFRAGA COVER
recensioni ristoranti

saxifraga-recensione ristorante Merano

Il ristorante Saxifraga in cui abbiamo avuto il piacere di pranzare è quello di fianco al Kurhaus. È un bar ristorante molto grande e lo noterete subito per la grande struttura in legno all’esterno, di cui la prima cosa che noterete saranno le deliziose finestrelle.

All’interno del Saxifraga noi abbiamo mangiato proprio nella struttura in legno che all’interno è ancora più deliziosa. Tendine tirolesi, orsetti e renne appesi,cuscini morbidissimi di lana. Un’atmosfera molto carina e accogliente.

La bella signora bionda che si occupa di noi è gentile e disponibile, attenta e premurosa.

SAXIFRAGA COVER

Pranziamo al Saxifraga in una giornata più fredda delle altre e siamo veramente stanchi, d’altronde ci sediamo a tavola intorno alle 15:00.

Ordiniamo una tipica zuppa d’orzo  e il piatto del giorno. Le porzioni sono abbondanti e ottime. Siamo però curiosi di assaggiare anche i canederli, un bel tris di canederli: spinaci, speck e formaggi serviti con burro fuso e parmigiano.

Come sempre abbiamo accompagnato il pranzo con della birra, questa volta la Weissemberg.

Il costo del nostro pranzo è stato all’incirca di 50 euro, quindi ragionevole e onesto.

Se siete a Merano non perdetevi quindi i piatti del ristorante Saxifraga khuraus e se potete… fotografatelo: è una vera chicca.

zuppa d orzo saxifraga
canederli saxifraga